Il progetto prevede la messa in sicurezza del tratto di strada

Incroci pericolosi,
chiesti contributi alla Regione

L'intersezione tra via Bariglaria e la provinciale 15 è tra i punti più pericolosi
con 18 incidenti rilevati tra il 2004 e il 2008

cartelliIl Comune di Udine chiederà alla Regione un finanziamento per il progetto di messa in sicurezza dell’incrocio tra via Bariglaria e la strada provinciale 15 in base alla legge regionale 25 del 2004 sui contributi per interventi a favore della sicurezza stradale. Lo ha stabilito la giunta comunale autorizzando l’inoltro della domanda di finanziamento. Posta al confine nord del territorio comunale l’intersezione si trova lungo un’importante arteria di accesso alla città, posta in posizione strategica rispetto alla direttrice nord-est (Povoletto, Faedis, Attimis, ecc.) agli scambi est-ovest tra le frazioni settentrionali del Comune di Udine e di comunicazione con i comuni di Reana del Rojale e Tavagnacco, anche in relazione con gli svincoli sulla tangenziale nord.

Questa intersezione, indicata in base a uno studio condotto dall’ufficio comunale Viabilità tra i punti maggiormente pericolosi con 18 incidenti rilevati tra il 2004 e il 2008, sarà sostituita da una rotatoria da realizzare entro il 2012. Con questa soluzione si prevede di ridurre drasticamente le cause più frequenti di incidente: nell’86% dei casi, infatti, i sinistri sono causati dal mancato rispetto dello stop e il 72% degli incidenti determina uno scontro frontale-laterale. Quest’opera, che oltre ad avere una valenza sovracomunale fa parte del piano provinciale della Viabilità 2001, richiederà una spesa di circa 200 mila euro. In base alla legge regionale 25 del 2004, la Regione eroga dei contributi per interventi a favore della sicurezza stradale con una quota percentuale del contributo pari al 40% e un importo massimo contribuibile di 150 mila euro.