L’inaugurazione oggi 18 settembre alle ore 17

Inaugurate le nuove tribune
dell’impianto sportivo di via Friuli

Completate le opere di riqualificazione
dell’impianto sportivo di via Friuli

Conclusi i lavori di realizzazione delle nuove tribune giungono a compimento gli interventi di riqualificazione dell’impianto sportivo di via Friuli. L’opera, destinata ad accogliere gli spettatori del complesso gestito dall’associazione sportiva Ancona Calcio, è stata inaugurata oggi 18 settembre alle ore 17 alla presenza del sindaco di Udine, Furio Honsell, dell’assessore allo Sport, Raffaella Basana, dell’assessore alla Cultura, Federico Pirone, e dei tecnici comunali che hanno seguito il progetto. In rappresentanza della società dilettantistica hanno preso parte al taglio del nastro il presidente dell’Asd Vincenzo Pisacane, il vicepresidente Bruno Bertacco e alcuni consiglieri e tecnici.

L’intervento, che è stato affidato alla ditta “Bertoni Mario” di Tavagnacco (Ud) per un importo complessivo di oltre 68 mila euro (100 mila, invece, la somma complessiva stanziata dal Comune), ha portato alla realizzazione delle nuove gradinate, posizionate sul lato opposto (lato nord) rispetto a quelle attuali.

Le nuove tribune sono lunghe 40 metri e possono ospitare fino a 100 spettatori. Nello stesso progetto è rientrata anche la sostituzione della recinzione, prima danneggiata e pericolosa in diversi punti. Realizzati inoltre nuovi percorsi pedonali interni oltre a una struttura con i servizi igienici per il pubblico. “Con questo passaggio completiamo un intervento molto importante – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell – su uno dei complessi sportivi più utilizzati specialmente dai giovani”.

Con questo ultimo “lotto”, quindi, si completa la ristrutturazione dell’intero complesso. Precedentemente, infatti, erano stati realizzati i nuovi spogliatoi, una nuova struttura più grande della precedente e formata da sei locali. L’edificio, che ha una superficie complessiva di 350 metri quadrati, ospita tre spogliatoi per gli atleti e due per gli arbitri, uno dei quali attrezzato per essere utilizzato come infermeria-pronto soccorso, e un locale magazzino.

A tutti questi interventi, inoltre, si sono aggiunti quelli relativi alla realizzazione di due campi di allenamento in erba sintetica, funzionali all’attività di allenamento dei settori giovanili e di avviamento dei più  piccoli, realizzati dall’Ancona Calcio. Questi nuovi impianti sono entrati a far parte del patrimonio comunale e saranno pienamente destinati ad uso pubblico. Autorizzando l’Ancona a eseguire le opere in questione, l’amministrazione comunale ha esteso la durata della concessione d’uso da 10 a 25 anni.

Il “cantiere” che ha rivoluzionato la zona, inoltre, ha interessato anche l’area verde di via Santa Margherita del Gruagno, oggetto di interventi di manutenzione sulle alberature, di una radicale pulizia del verde, oltre ad aver realizzato un percorso in cemento colorato e lisciato che collega l’ingresso con il “rilevato ferroviario”. Senza contare la fontana, le panchine e le nuove recinzioni e cancelli e tutti i nuovi alberi piantati.

“All’inizio del precedente mandato quest’area era in larga parte quiescente – osserva ancora Honsell –. Ora con la realizzazione dei nuovi spogliatoi, delle tribune e di altri interventi di riqualificazione, comprese le opere coperte direttamente dall’Ancona, restituiamo alla città una piccola cittadella sportiva. Gli spazi poi resteranno a disposizione della città e il loro utilizzo sarà comunque concordato con il Comune”.