Il Comune ha investito
650 mila euro nell’intervento

Inaugurata la scuola Gabelli
dopo i lavori di ampliamento

La scuola dell’infanzia di via Bariglaria è stata potenziata con una terza sezione,
la ristrutturazione della cucina e l’ampliamento della mensa e degli spazi accessori

Spazi ampliati, mensa e cucine più funzionali, impianti in grado di garantire risparmi energetici. Sono questi gli elementi principali dell’intervento di ristrutturazione e ampliamento della scuola dell’infanzia “Gabelli” di via Bariglaria, inaugurata venerdì 23 settembre. Il nuovo complesso, utilizzato a partire dall’inizio di questo anno scolastico, è stato potenziato con la realizzazione della terza sezione, la ristrutturazione completa della cucina interna, della mensa e degli spazi accessori e di servizio al refettorio (spogliatoi cuochi, lavanderia). “È un ulteriore tassello – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell – del piano di interventi di riqualificazione che stiamo portando avanti nell’intero plesso scolastico cittadino”.

Il progetto di ampliamento della Gabelli, quantificato in complessivi 650 mila euro, nasce per rispondere alle esigenze della scuola che negli ultimi anni ha visto crescere il numero degli alunni iscritti, dal momento che il quartiere è in costante crescita demografica. “Con questo intervento puntavamo a dare una migliore e più razionale distribuzione delle attività che si svolgono quotidianamente nella scuola – sottolinea Gianna Malisani, assessore alla Gestione urbana –, cercando di separare fisicamente le varie funzioni che gli spazi ospitano. Il progetto ha permesso infatti di realizzare una distinzione per i locali dedicati all’attività didattica con i bambini (aule), alle attività extrascolastiche (stanze per riunioni del personale docente), alla preparazione dei cibi (cucina con relativi spogliatoi e refettorio, dispensa) e al supporto logistico (magazzini e ripostigli al piano interrato)”.

Complessivamente la capienza della struttura scolastica è passata da 50 a 75 posti. “La struttura scolastica – spiega l’assessore all’Istruzione Kristian Franzil –, nata agli inizi degli anni 70, era caratterizzata dalla presenza solo di due sezioni, che sebbene perfettamente funzionanti e complete di ogni spazio accessorio e complementare, non riuscivano a soddisfare la domanda. Ora – conclude – non ci saranno più problemi di spazi”. L’intervento ha portato alla modifica della struttura esistente verso il cortile interno con ampliamento di circa 50 metri quadri per realizzare una nuova aula con relativi servizi igienici.

È stato inoltre ampliato il refettorio così come sono stati estesi e adeguati gli spazi della cucina, insufficiente a supportare il carico di lavoro per le tre sezioni. Contestualmente si è proceduto con l’ampliamento delle aree di servizio all’attività scolastica attraverso la realizzazione di un piccolo ufficio per il personale insegnante e per l’accoglienza degli utenti, una dispensa al piano interrato e adeguati spogliatoi per il personale di cucina. La sostituzione dei serramenti e la realizzazione di un cappotto esterno e dell’impianto di riscaldamento a pavimento garantirà alla scuola risparmi energetici nei prossimi anni.

I nuovi spazi si aggiungono a un edificio esistente che si sviluppa su una superficie coperta di 700 metri quadri circa, nella quale sono incluse, oltre alle aule didattiche, una sala per attività collettive e i servizi di supporto alle attività (servizi igienici, ripostigli, ufficio della direttrice, ecc.), oltre ad avere un piano interrato dotato di dispensa, deposito e magazzino, centrale termica con accesso dall’esterno dell’edificio. Il fabbricato, costituito da un unico piano, è immerso nel verde di un’ampia area scoperta destinata a giardino della scuola, che è stata oggetto di un intervento di sistemazione. Nel corso dell’inaugurazione, a cui ha partecipato anche la dirigente del 3° circolo didattico Maria Piani, i bambini hanno regalato al sindaco Honsell dei disegni preparati appositamente per l’occasione.



Tags: