Venerdì 25 gennaio alle 18
al piano terra delle Gallerie del Progetto

Inaugura la mostra
“Lager” di Michele Piva

L’esposizione dell’artista udinese torna in città dopo il suo
debutto, avvenuto nel 1970 proprio nel capoluogo friulano

A più di 40 anni dal suo debutto, avvenuto nel 1970 in sala Ajace, la mostra monograficaLager” dell’artista udinese Michele Piva ritorna a Udine al termine di un tour che l’ha portata in numerose città italiane. L’esposizione, inserita, in collaborazione con i Civici Musei, tra le iniziative organizzate dal Comune di Udine per la Giornata della Memoria, sarà inaugurata venerdì 25 gennaio alle 18 al piano terra delle Gallerie del Progetto, in via Savorgnana 12. La presentazione della mostra sarà affidata al giornalista Giampaolo Carbonetto.

Nato nel 1931 in una Fiume ancora italiana, Michele Piva, dopo aver studiato a Roma, Milano e Venezia, da moltissimi anni vive e lavora a Udine. Una carriera, per lo più pittorica, che lo ha portato a esporre con assiduità prima in regione e successivamente in molte città d’Italia, come Roma, Milano, Verona, Brescia, Belluno, Rovigo e anche all’estero, a New York.

La mostra si presenterà in una veste rinnovata e arricchita dai disegni preparatori delle opere in legno e ferro, sempre legati al tema dei campi di concentramento. Il tutto sotto lo “sguardo dei quattro soli” che saranno esposti sotto gli archi della loggia di Palazzo Morpurgo. “Intensissima – scrive il sindaco di Udine Furio Honsell nella prefazione al catalogo – mi sembra l’opera di Michele Piva per la forza drammatica della scelta materica, che come lama tagliente penetra nel nostro spirito, comunicando l’irrecuperabile perdita assoluta di tanta umanità nell’olocausto. Sono opere che “fanno male” e quindi ci scrollano da un facile senso di innocenza e ci richiamano al nostro dovere di combattere quotidianamente ogni fascismo e barbarie, come l’unica possibilità di riscatto per noi che siamo ancora vivi dopo Auschwitz”. L’esposizione resterà aperta al pubblico fino al 3 marzo dalle 15 alle 18 dal martedì alla domenica con ingresso libero. La mostra sarà accessibile anche al mattino su prenotazione per le scuole. Per informazioni: tel. 0432/414719-414742, www.udinecultura.it.