Lunedì 25 luglio alle 21
(in caso di maltempo al Palamostre)

In castello suonano
arie d’operetta

A UdinEstate il Galà dell’operetta propone un programma
di romantiche arie e frizzanti valzer tratti dalle più note operette

Da “La vedova allegra” alla “Principessa della Czardas”, passando per i brani tratti dalle operette più amate come “Oh fanciulla all’imbrunir”, che dà anche il titolo alla serata. Sarà una vera e propria carrellata all’insegna degli amanti della classica il “Galà dell’operetta” in programma sul colle del castello di Udine lunedì 25 luglio alle 21 (in caso di pioggia al Teatro Palamostre).

Portato in città per UdinEstate dall’Associazione culturale Udine Sipario, il galà propone un’emozionante programma di romantiche arie e frizzanti valzer tratti dalle più note operette.

Protagonisti della serata saranno l’Orchestra Camerata Strumentale Italiana diretta dal Maestro Fabrizio Ficur, il soprano Loredana Pellizzari, il tenore Massimo Marsi e con la partecipazione straordinaria del soprano friulano Giulia Della Peruta. A loro il compito di riportare lo spettatore alle atmosfere colorate e coinvolgenti di metà ’800 tra le note brillanti

di Joseph e Johann Strauss e quelle di Franz von Suppè (solo per citarne alcuni). A condurre la serata, che come ricordato si svolgerà al Palamostre in caso di pioggia, saranno Paola Bacchetti e Rocco Burtone.

La camerata strumentale italiana è costituita da un gruppo di musicisti che si avvale anche della preziosa collaborazione di valenti solisti italiani e stranieri. È gruppo da camera delle attività concertistiche del Teatro Lirico G. Verdi di Trieste e parallelamente svolge un’intensa attività, partecipando a numerose rassegne nazionali ed estere. Su invito dell’Istituto Italiano di Cultura di

Budapest, ha tenuto concerti anche nella capitale ungherese.

I biglietti per lo spettacolo sono disponibili in prevendita presso l’Angolo della Musica (via Aquileia 89, mentre la sera stessa del Galà, dalle ore 19.30, direttamente nella biglietteria di piazza Libertà. Per la sola salita al Castello l’organizzazione mette a disposizione inoltre un servizio di bus navetta, gratuito, dalle ore 19.30 alle ore 21.00 con partenza sempre da piazza Libertà.

Di seguito dei brevi curricula dei cantanti

Fabrizio Ficiur studia e si diploma, a Trieste, in Violino e Strumenti a Percussione e, successivamente, in Direzione d’orchestra con il maestro bulgaro Ludmill Descev. Nel 1991 e ’92 partecipa ai corsi di alto perfezionamento in Direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Stato “Rimskij-Korsakov” di S. Pietroburgo, sotto la guida del Maestro Michail Gheorghievich Kukushkin, ottenendo il diploma ed una menzione particolare. Fonda e dirige l’orchestra Camerata Strumentale Italiana con la quale, ha riscontrato successi in Italia ed all’estero. Ha diretto in Italia, Slovenia, Croazia, Austria, Russia, Spagna, Francia, Ungheria e dal 1992 è direttore dell’Orchestra da camera del Teatro Lirico G. Verdi di Trieste. E’ stato invitato inoltre sul podio della S. Francisco Chamber Orchestra e della Fairfield Concert Orchestra negli USA.

Loredana Pellizzari ha compiuto gli studi presso il Conservatorio “G.Tartini” di Trieste. Ha vinto il concorso “Maria Battistini” di Rieti ed è stata interprete principale in numerose produzioni del Festival Internazionale dell’Operetta del Teatro G.Verdi di Trieste. Al suo attivo ha quattro incisioni discografiche realizzate assieme al gruppo vocale “Le Pleiadi” e il quartetto vocale Cadmos Ensemble. Tre raccolte riguardano canti gospel e songs americane ed uno è una raccolta di canti popolari friulani del M° Di Piazza.

Massimo Marsi ha studiato pianoforte e canto a Trieste dove svolge la sua attività prevalentemente presso il Teatro “G.Verdi”. In qualità di solista ha preso parte a numerose produzioni: Werther di J. Massenet, La rondine, Turandot e Boheme di G. Puccini, Trovatore e Simon Boccanegra di G. Verdi. In occasione del 40° Festival Internazionale dell’Operetta del Teatro G.Verdi ha interpretato i ruoli di Renè nel Conte di Lussemburgo di F. Lehar e Niki nel Sogno di un valzer di O. Strauss. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero.

Giulia Della Peruta si è diplomata presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Ha partecipato al concorso nazionale ravennate “I Giovani per i Giovani”, classificandosi prima assoluta nella sua categoria. Ha seguito vari corsi di perfezionamento, tra i quali i seminari di belcanto tenuti dal soprano Raina Kabaiwanska. Svolge attività solistica con numerose formazioni regionali ed estere. Attualmente studia con il soprano Alessandra Gavazzeni e nel mese di giugno 2010 è giunta semifinalista al concorso internazionale “Toti Dal Monte 2010” per il ruolo di Giannetta nell’ Elisir d’amore di Donizetti.