Mercoledì 9 gennaio alle 18
in sala Corgnali alla “Joppi”

“Il tempo oscuro della vendetta”
a Dialoghi in biblioteca

Tuffo nel passato, ai tempi di Zamberlani e Strumieri,
con la presentazione del romanzo di Silvia Poli di Spilimbergo

“Il tempo oscuro della vendetta, ovvero le armi dei nobili e del popolo nel Friuli del secolo XVI”. Farà un salto nel passato, ai tempi di Zamberlani e Strumieri, il prossimo appuntamento dei “Dialoghi in biblioteca. Mercoledì 9 gennaio alle 18 presso la sala Corgnali della biblioteca comunale “Joppi”, infatti, verrà presentato, dall’autrice e da Aldevis Tibaldi, il romanzo “Il tempo oscuro della vendetta” di Silvia Poli di Spilimbergo, discendente diretta dei nobili signori di Spilimbergo. Il volume, edito nel 2011 da Campanotto, si avvale di una traduzione in friulano di Massimo Govetto.

Il romanzo, attraverso una sessantina di lettere, alcune autentiche ed altre ricostruite grazie alla competenza filologica della scrittrice, presenta  i fatti  dell’anno 1511 come in presa diretta e propone i vari punti di vista di chi, tutti appartenenti alla famiglia dei Signori di Spilimbergo, quelle lettere le scrisse. Emerge così lo scenario di una terra, il Friuli di quel tempo, divisa in fazioni in continua lotta tra loro, e in perenne scontro tra le faide dei Zamberlani filo-veneti e degli Strumieri filo-imperiali. “Un filo rosso attraversa quelle crudeli giornate – scrive Gianni Colledani nella presentazione – un binomio inseparabile per i tempi: onore e vendetta, caratteristica di un mondo ancora legato a schemi arcaici e quasi tribali.”