Il tango di Piazzolla
si fa in quattro

In Argentina si dice che tutto può cambiare tranne il tango. È stato forse Astor Piazzolla a infrangere questa regola, rivoluzionando quella che non può essere semplicemente considerata musica o danza, ma una vera e propria filosofia. Un’atmosfera che il quartetto “Four for tango” riproporrà sabato 29 agosto alle 21 nella corte di palazzo Morpurgo per UdinEstate. Sul palco Massimiliano Alessandro al bandoneón (il tipico strumento a fisarmonica), Alessandro Vavassori al violino, Giovanni Rinaldi al contrabbasso e Rosaio Mastroserio al pianoforte.

Sarà il celebre quartetto, già applaudito in tutta Europa a far rivivere le magiche atmosfere di brani indimenticabili come “Oblivion”, “Libertango” o “Adios Nonogno”. I “Four for tango”, infatti, si sono ritagliati uno spazio davvero originale e molto apprezzato da pubblico e critica nel panorama concertistico e nella produzione discografica italiana per l’approfondimento del repertorio di Astor Piazzolla e per come la musica del grande compositore argentino, ma di origini pugliesi come i componenti del quartetto, viene eseguita e “trattata”. La musica di Astor Piazzolla è suonata nel rispetto pieno e impeccabile dello spirito viscerale del tango, nella malinconica verve dei temi e, ovviamente, nella brillantezza strumentale, m viene anche arricchita da quella giusta creatività personale che rende nuova, accattivante e piena di sorprese, graditissime al pubblico,la musica di Piazzolla.

Pitocco, Vavassori, Rinaldi e Mastroserio, affascinati dalla bellezza e dalla malinconia che sprigiona la musica di Piazzolla hanno unito le proprie esperienze al servizio di una “fusion” personale e musicale di grande respiro per un programma monografico del grande compositore argentino. Il gruppo ha tenuto concerti in molte città italiane ed estere, ha inciso alcuni CD tutti dedicati all’opera di Piazzolla ed ha eseguito in Svizzera l’unica opera de El Gran Ástor o El Gato(viene chiamato anche così in patria), “Maria de Buenos Aires”, ottenendo un grandissimo successo.

L’ingresso al concerto è libero e per informazioni è possibile contattare il PuntoInforma di via Savorgnana 12 allo 0432 41717/718. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà al Teatro Palamostre.