Mercoledì 12 settembre alle 17 in sala Ajace

Il sigillo della città
al poeta Domenico Zannier

L’amministrazione comunale premia uno dei più importanti
esponenti della poesia e della letteratura friulana

È uno dei “cantori” più autentici e amati della lingua friulana, di cui è diventato un importante punto di riferimento in ambito letterario. Proprio per questi meriti “sul campo” mercoledì 12 settembre alle 17 in sala Ajace il sindaco di Udine Furio Honsell consegnerà al poeta Domenico Zannier il sigillo della città di Udine, espressione del riconoscimento della cittadinanza udinese conferito dall’amministrazione comunale a personalità di spicco. Nato nel 1930 a Pontebba da genitori artigiani ed emigranti del Friuli centrale, Zannier è sempre stato assertore della individualità del popolo friulano di lingua ladina e fautore dei diritti delle minoranze linguistiche in Italia e in Europa.

Il poeta della Val Canale, studioso di letteratura, teologia e filosofia, si è aggiudicato in questi anni numerosi riconoscimenti, come il premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il premio Campidoglio d’Oro della Internazionale Burkhardt Akademie, il diploma d’onore del ministero della Cultura di Romania, il premio Epifania di Tarcento. È stato anche candidato al Nobel per la letteratura da parte delle università di Salisburgo e di Innsbruck. Tra le sue opere si ricorda la quadrilogia costituita da  “Les Culines Palides” e “Furlanie di Cil”, “l’Ancore te Natisse”, e “I Dumblis Patriarcài” con la quale ha dato alla letteratura ladina friulana un  vasto ciclo epico-narrativo. Una seconda quadrilogia comprende i poemi “Crist Padan”, “Anilusi” , “Fior Pelegrin” e “Colomps di Etrurie”.

Zannier, autore anche del romanzo “Il secondo della letteratura friulana”, ha dato vita a molteplici produzioni folcloristiche come in “Pastorals di Nadàl” nel genere della villotta. Ha operato con il gruppo “Il Tesaur”, fondato da Gianfranco D’Aronco e nel circolo poetico “La Cjarande”, di cui ha curato la prima antologia con i poeti Mario Argante e Galliano Zof. Ha fondato e diretto la Scuole Libare Furlane per l’insegnamento della lingua  e delle tradizioni popolari. Nominato recentemente Commendatore all’Ordine della Repubblica Italiana, Zannier sarà premiato con il sigillo della città anche per sottolineare il valore fondamentale della letteratura in lingua friulana per il territorio e per la città di Udine.



Tags: