La consegna giovedì 5 gennaio alle 18 in sala Ajace

Il sigillo della città
a Guerrino Cecotti

Il cavaliere Guerrino Cecotti riceverà il sigillo della città, espressione del riconoscimento della cittadinanza udinese per l’attività svolta che l’Amministrazione comunale conferisce a personalità di spicco. La cerimonia si svolgerà giovedì 5 gennaio alle 18 nella sala Ajace di palazzo D’Aronco. Dopo l’intervento del sindaco Furio Honsell che consegnerà il sigillo, il consigliere comunale Federico Pirone presenterà la figura e l’attività del cavaliere Cecotti, mentre Adriano Venturini e Lorenzo Fabbro presenteranno un filmato (di cui sarà proiettato uno spezzone di 15 minuti) sulle lotte del Comor con un’intervista a Guerrino Cecotti. Al termine, ci sarà la possibilità di intervenire anche da parte del pubblico.

Il conferimento del sigillo è stato deciso dalla Giunta nel corso della seduta dello scorso 20 dicembre. Numerose le motivazioni. Guerrino Cecotti, infatti, si è distinto con particolari azioni già durante la fine degli anni ’60, periodo difficile della contestazione e del terrorismo, è stato poi una figura di riguardo nella vita politica della città durante la quale ha promosso l’ospitalità in Friuli dei bambini vittime di Cernobyl, dando prova di grande solidarietà e favorendo, tra l’altro, gli scambi culturali attraverso l’associazione Italia-Urss. Inoltre, è stato direttore dell’associazione lavoratori emigrati friulani (Alef), impegnandosi attivamente, anche a livello internazionale, per la tutela dei lavoratori emigranti friulani. Infine, nel 2010 è stato insignito del cavalierato dell’Ordine al Merito della Repubblica dal presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano.