Progetto “Alternanza scuola-lavoro”
con alcuni studenti dell’Educandato Uccellis

Il museo del Risorgimento
forma le “guide” del futuro

Dal 5 marzo al 21 aprile gli alunni si cimenteranno nel ruolo
di guide anche in lingua straniera presso il museo del Risorgimento

Il nuovo museo del Risorgimento, inaugurato venerdì 1° marzo, diventa una palestra per giovani studenti impegnati ad applicare “sul campo” le conoscenze acquisite sui banchi di scuola. In collaborazione con i Civici Musei e in occasione della riapertura della nuova sezione museale del castello, dal 5 marzo partirà “Alternanza scuola-lavoro – museo del Risorgimento”, un progetto che si propone di mettere a frutto le competenze scolastiche, affinate con approfondimenti specialistici in ambito lavorativo.

Protagonisti di questa sfida saranno alcuni studenti delle classi terze dell’Educandato statale “Collegio Uccellis” che, a conclusione di un percorso di formazione di alta specializzazione condotto dal servizio didattico dei Civici Musei, si cimenteranno nel ruolo di guide anche in lingua straniera presso il museo del Risorgimento di Udine. La collaborazione tra la scuola e il servizio didattico inaugura l’avvio di progetti integrati con il territorio con l’obiettivo di rendere il museo un luogo attivo in grado di mettere in sinergia le diverse figure nell’ambito della cultura e della formazione e consentire lo scambio di idee ed esperienze.

Le visite guidate dagli studenti si svolgeranno dal 5 marzo fino al 21 aprile nei giorni infrasettimanali e nei fine settimana con i seguenti orari: il martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 15 alle 17, la domenica dalle 11 alle 12.30 e dalle 15 alle 17. Non c’è bisogno di prenotazione e il costo è di 4 euro a persona (ridotto 2,50 euro). Per informazioni: Segreteria Servizio Didattico, aperta dalle 9 alle 13  e dalle 14 alle 17 il lunedì, martedì e giovedì, dalle 9 alle 14 il mercoledì e venerdì (tel 0432414749 – fax 0432414745 – didatticamusei@comune.udine.it -www.didatticamuseiudine.it).