La consegna avverrà nel corso di un incontro
in programma mercoledì 11 aprile in Riva Bartolini

Il fondo “Tito Maniacco”
alla biblioteca Joppi

L’archivio, che raccoglie racconti editi e inediti, saggi, poesie, articoli e diari,
va ad aggiungersi ad altri importanti fondi: da Ippolito Nievo a Caterina Percoto

Il patrimonio culturale della biblioteca civica “V. Joppi” si arricchisce di un importante corpus di documenti provenienti da uno dei principali intellettuali e scrittori della seconda metà del Novecento in Friuli. Con l’acquisizione dell’archivio “Tito Maniacco”, che si concretizzerà nel corso dell’incontro “Tito Maniacco. Un intellettuale tra il Friuli e il mondo”, in programma mercoledì 11 aprile alle 17 nella sala Corgnali della biblioteca civica, in Riva Bartolini 5, il fondo manoscritti della Joppi aggiunge un’altra preziosa opera alla propria collezione. La raccolta di documenti originali dello scrittore e intellettuale friulano scomparso nel 2010, della quale fanno parte racconti editi e inediti, saggi, poesie, articoli vari e diari, si inserisce nel solco di una tradizione che ha visto importanti precedenti nei decenni trascorsi, come le acquisizioni dei fondi manoscritti di Ippolito Nievo e Caterina Percoto per quanto riguarda l’Ottocento, e – ultimamente – quelli di Renzo Valente, Carlo Tullio Altan, Dino Virgili ed Eugenio Checchi. Ma con Maniacco il rapporto tra scrittore e biblioteca si rinsalda in termini perfetti, perché la biblioteca è stata, soprattutto per il giovane Maniacco, la vera, imprescindibile istituzione culturale della città. Un luogo che lo ha ospitato durante gli studi e le prime ricerche, per poi accoglierlo durante le presentazioni dei suoi lavori e delle sue opere di poesia, saggistica e narrativa.

La donazione, favorita dalla sensibilità di Marina Giovannelli, vedova dell’intellettuale e scrittrice, comprende diversi interessanti inediti, varianti di stesure già pubblicate e anche disegni acquerellati. Maniacco era infatti anche un eccellente pittore. Il materiale donato troverà sistemazione nella sezione manoscritti e rari della biblioteca, dove sarà a disposizione di ricercatori e studiosi, permettendo anche di promuovere la stesura di saggi e tesi di laurea. “È un grande onore per il Comune ricevere questa importante donazione – sottolinea l’assessore alla Cultura Luigi Reitani –, che arricchisce il fondo manoscritti della biblioteca di un archivio di considerevole valore e con la quale viene riposta grande fiducia nell’amministrazione comunale. Siamo molto lieti – prosegue – anche perché questo gesto offre l’opportunità di onorare la memoria di una figura significativa del mondo culturale, civile e politico della nostra regione”.

Insieme con l’assessore Reitani parteciperanno all’incontro dedicato a Tito Maniacco Elvio Guagnini, professore emerito all’università di Trieste e Mario Turello, critico letterario. Per l’occasione l’attrice Titti Bisutti leggerà un brano di “Figlio del secolo” dedicato alla biblioteca “Joppi”. Il convegno sarà preceduto dalla consegna ufficiale del fondo “Tito Maniacco” alla biblioteca Joppi da parte della signora Giovannelli.