Da 40,61 a 55,65 euro
al mese per cinque anni

Il Comune aumenta i contributi
per chi vuole adottare un cane

La somma erogata a chi decide di prendere uno dei cani
ospitati nel canile del Comune e con un’età di almeno 5 anni

Se da un lato il costo della vita cresce sempre più per le famiglie, dall’altro si è costretti a spendere somme sempre maggiori anche per il mantenimento degli amici a quattro zampe. Ecco perché il Comune di Udine ha deciso di aumentare il contributo per chi vuole adottare uno dei cani con più di 5 anni d’età ospitati nel canile comunale di Porpetto. Un modo, questo, per incentivare le persone a farsi carico degli animali abbandonati con un contributo economico adeguato a sostenere le spese per il mantenimento.

“Se consideriamo che un sacco di cibo per cani, di marca italiana e di qualità media, da 15 chilogrammi costa circa 70 euro – spiega Idanna Fresch dell’ufficio Anagrafe canina del Comune di Udine – è logico che una famiglia o una persona che ha uno o più cani si trovi ad affrontare una spesa sempre maggiore per nutrire i propri animali”.

Così il Comune ha deciso di aumentare il contributo per le adozioni, che quindi passa da 40,61 a 55,65 euro al mese. Il che, guardando al portafoglio, significa poter contare su un importo di oltre 670 euro annui. Il contributo viene concesso con cadenza trimestrale e per una durata di cinque anni.

“L’adozione di un cane – dichiara l’assessore alla Qualità della Città, Lorenzo Croattini – oltre ad essere positiva per l’animale ha anche un risvolto positivo per le casse comunali, visto che per l’amministrazione il mantenimento del cane nella struttura convenzionata ha un costo annuo maggiore che per un privato che decida di tenere l’animale con sé in casa”.

Presso il canile di Porpetto, struttura convenzionata con  il Comune, alloggiano attualmente una sessantina di cani, tutti in attesa di essere adottati. Di questi, circa il 50% ha un’età superiore ai 5 anni. Il più “saggio” è Musetto, nato nel 1993 e arrivato al canile comunale nel 1999. Ma ci sono anche Velina, classe 1996 e “ospite” a Porpetto anche lei dal 1999, o Billy, che si presume essere nato nel 1997 e in pensionamento al canile addirittura dal 1998.

“Sono animali che hanno trascorso gran parte della loro vita in canile – spiega ancora Croattini – e che non vedono l’ora di poter essere adottati da una famiglia che li accolga nella loro casa. Il fatto curioso – prosegue l’assessore – è che da quanto ci risulta, molte registrazioni di nuovi arrivi di cani in città sono di persone che hanno adottato l’animale su internet facendolo arrivare molto spesso dal Sud Italia, se non addirittura dall’estero come dalla lontana Grecia. E i nostri amici a quattro zampe restano invece in canile. Questo accade perché purtroppo ancora non tutti sanno che il canile del Comune non si trova in città, ma a Porpetto e non sanno, dunque, che è possibile prendere un cane vicino a casa senza dover ricorrere a un’adozione a distanza”.

Sul sito internet di palazzo D’Aronco (www.comune.udine.it nella sezione “Vivere in città”) c’è una pagina specifica dove poter vedere le foto della maggior parte dei cani da adottare, oltre a numerose informazioni utili per chi ha, o per chi vorrebbe avere un cane. Per informazioni è possibile contattare l’ufficio anagrafe canina del Comune di Udine in via Savorgnana 11 telefonando allo 0432 271931 o 0432 271935.