Convegno sul marketing territoriale venerdì 22 ottobre

Il centro storico del futuro, parte
il percorso per la nascita dell’Agenzia

Dalla vocazione storica allo sviluppo sostenibile di Udine
come centro commerciale naturale

Un’Agenzia che, oltre a occuparsi di marketing, gestirà il centro cittadino come un “centro commerciale naturale”. Un’iniziativa di ampio respiro che vuole coinvolgere commercianti, esercenti, proprietari di negozi, sotto la regia del Comune e della Camera di commercio e con

 la collaborazione di Provincia, Regione, partner pubblici e privati. Dopo diversi incontri tra le varie parti, una prima occasione di confronto pubblico su questo tema sarà il convegno sul marketing territoriale che Comune e Camera di commercio organizzano e promuovono venerdì 22 ottobre dalle 9.30 alle 13 nell’ex chiesa di San Francesco, in largo Ospedale Vecchio a Udine.

Quanto è compatibile la domanda nazionale e internazionale con l’offerta attuale e la potenziale della città? in che modo andrà impostata l’agenzia per formulare e gestire il piano di marketing territoriale per Udine? L’illustrazione dello scenario, delle esperienze e l’analisi delle proposte per poter rispondere a queste domande saranno affidate a tre esperti del settore (Giuseppe Minoia, presidente onorario e membro del Board di Gfk Eurisko, Terzo Unterweger-Viani, vice direttore centrale del lavoro della Regione Fvg e Guido Caufin, amministratore delegato Sf&ra Retail, partner Confimprese) e ai principali rappresentanti delle istituzioni che affronteranno questi temi in una tavola rotonda.

Lionello D’Agostini, presidente della Fondazione Crup, Giovanni Da Pozzo, presidente della Camera di commercio di Udine, Pietro Fontanini, presidente della Provincia, Furio Honsell, sindaco di Udine e Renzo Tondo, presidente della Regione dialogheranno sulla qualità dell’offerta di infrastrutture e dei servizi sostenibili per la città e il suo hinterland, la valorizzazione del patrimonio culturale e infrastrutturale della città coinvolgendo chi vive e lavora a Udine, anche investendo per riempire gli spazi immobiliari, il coordinamento e la realizzazione di piani sostenibili di marketing territoriale.

I lavori saranno introdotti e conclusi dal vicesindaco e assessore alle Attività economiche e turistiche, Vincenzo Martines: “Con questa iniziativa vogliamo mettere intorno ad un tavolo tutti i soggetti interessati a fare in modo che domanda e offerta culturale, infrastrutturale, di servizi e risorse umane e finanziare di Udine si incontrino e si confrontino, in modo da definire gli obiettivi per l’adeguamento e l’innovazione di offerta sostenibile e progettare strategie di marketing territoriale utili allo sviluppo della città. Il “centro commerciale naturale” – continua Martines – è uno strumento che viene già utilizzato in molte altre città italiane e sul quale molte regioni hanno già legiferato. Si tratta di verificare la possibilità di nascita di un progetto originale e attuale a Udine e nelle città del Friuli Venezia Giulia”.

Anche per questo, il Comune ha realizzato l’iniziativa in stretta sinergia con la Camera di commercio. “Il cuore di Udine è il baricentro dell’economia terziaria della provincia ed è punto di riferimento in termini di produttività, eccellenza, creatività e intrinseca relazione con le occasioni di vita e lavoro dei cittadini – ha spiegato il presidente Da Pozzo –. È perciò necessario guardare in prospettiva e confrontarsi sul suo sviluppo. È fondamentale che si crei attorno a questo tema un movimento d’idee vitale e innovativo: specie ora che la vocazione della Camera è “Friuli Future Forum”, questo incontro s’inserisce perfettamente nella nostra volontà di immaginare insieme gli scenari dell’economia di domani, anche per la nostra città”.

Al convegno si parlerà del progetto per il lancio dell’Agenzia dedicata alla gestione delle attività di marketing territoriale a favore del centro commerciale naturale per il centro storico di Udine a partire da esperienze internazionali e nazionali consolidate che aiuteranno a fotografare l’attuale situazione economica, sociale e culturale del territorio regionale alle soglie del 2011 e analizzeranno le potenzialità di offerta per migliorare la sostenibilità del territorio.

Invito_programma