Domenica 28 marzo alle ore 17
nel teatro di via Ampezzo

Il canto popolare friulano
protagonista al Palamostre

L’evento propone una carrellata di brani e testi
tratti dalla commedia musicale “Va vilote puartade dal vint”

coro caiIl canto popolare in marilenghe sarà il grande protagonista di un evento in programma domenica 28 marzo alle 17 al teatro Palamostre.A testimonianza dell’emigrazione  friulana  in Argentina,  la 1^ circoscrizione  “Udine  centro” propone, in collaborazione con il centro culturale “Amici della Musica” di Martignacco, una carrellata di brani e  testi tratti dalla commedia musicale in lingua friulana di Rodolfo Kubuk, “Va  vilote  puartade  dal  vint”, la rielaborazione d’autore  della villotta  popolare. Parteciperanno all’iniziativa il coro della sezione Alpina Friulana, il Cai di Udine (diretto dal maestro Andrea Toffolini),  il  coro  misto  della  società filarmonica  “G.  Verdi” di Ronchi dei Legionari (diretto da Diana Mian) e il gruppo strumentale “Santa Margherita” (diretto da Orfeo Venuti) di Martignacco.

L’evento, che  rientra nel  progetto “Culture  in Dialogo” a sostegno  dell’interculturalità,  è intitolato alla memoria di Gigi  Grassi,  fondatore  e già presidente del coro Saf e rappresenta un’occasione  per  valorizzare  molti  giovani  musicisti  del territorio. L’ingresso è libero. “Un racconto carico di nostalgia, evocato da una musica  struggente frutto della contaminazione tra la villotta e il  tango – sottolinea l’assessore al Decentramento Chiara Franceschini –. Nella domenica delle Palme proponiamo un concerto carico di passione per la propria terra: il richiamo di un Friuli amato, ma per molti emigranti irraggiungibile a causa del proibitivo costo del viaggio, è un fatto che ci deve far riflettere sulla ricchezza e la bellezza della nostra cultura, ma anche sulla necessità di spalancare costantemente i nostri orizzonti ad altre esperienze, cosi lontane e insieme così vicine a noi”.