A partire dal prossimo anno scolastico 2013-2014

I buoni pasto elettronici
diventano una realtà

Si completa, a partire dal prossimo anno scolastico 2013/14, l’estensione del nuovo sistema elettronico per il pagamento dei pasti a tutte le mense scolastiche di Udine. Niente più code, dunque, per ritirare i buoni pasto per i genitori di circa 3 mila alunni di quattro istituti comprensivi della città.La sperimentazione felicemente collaudata durante lo scorso anno scolastico per 11 scuole cittadine, infatti, si conclude mettendo definitivamente in soffitta i buoni mensa cartacei tradizionali, che di consueto venivano ritirati presso gli uffici comunali di viale Ungheria o nelle circoscrizioni.

“Si perfeziona un’innovazione – spiega il neo assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana – che ha dimostrato di poter far risparmiare tempo ai cittadini e di semplificare i passaggi burocratici per il personale del Comune, già in parte ridotto durante lo scorso anno. La digitalizzazione della pubblica amministrazione – prosegue – non deve rimanere una semplice dichiarazione di intenti, ma tradursi in concreta realtà e Udine ha saputo anche nel settore della ristorazione scolastica trovarsi tra i primi enti locali in regione ad applicare le  nuove tecnologie. Il tutto, naturalmente, preceduto da una attenta campagna informativa volta alla sensibilizzazione dei genitori già al momento dell’iscrizione al servizio mensa”.

Ma come ci si dovrà comportare d’ora in poi? Dopo aver creato un conto corrente virtuale associato al nome del bambino, i genitori possono ricaricare la tessera da casa attraverso home banking, bonifico bancario o carta di credito (quest’ultima interamente a costo zero) collegandosi al portale della carta regionale dei servizi (per informazioni sulla carta regionale consultare il sito http://cartaservizi.regione.fvg.it/). Ad ogni alunno fruitore del servizio di ristorazione viene così associato un “conto elettronico” virtuale con un codice identificativo personale, mentre la famiglia può acquistare e ricaricare un certo credito per pagare anticipatamente i pasti da consumare. Man mano che i pasti vengono consumati, l’importo dovuto viene, automaticamente, scalato dal conto virtuale dell’alunno. Il sistema elettronico esenta quindi il bambino dal munirsi di tessera e i genitori dal doversi ricordare di riporre nello zaino del figlio il buono mensa. Se a fine anno il credito sul conto non è esaurito, le famiglie possono chiedere il rimborso o rinviare l’utilizzo all’anno scolastico successivo. Senza dimenticare infine che il Comune di Udine ha di recente attivato in collaborazione con Regione FVG anche un servizio gratuito di messaggistica sms e posta elettronica per ricordare agli utenti, che diano preventiva autorizzazione, l’eventuale esaurimento del loro credito.