Rinnovata la collaborazione
con l'albo professionale degli ingegneri

Futuro piano regolatore,
disco verde dall’Ordine degli ingegneri

Entro l’autunno la commissione Territorio, edilizia e mobilità dell’Ordine consegnerà
un documento di sintesi con il proprio contributo alla redazione del nuovo Prgc

Prosegue il percorso partecipativo di redazione del nuovo Piano regolatore di Udine. Dopo il ciclo di appuntamenti nei quartieri per la presentazione delle linee strategiche del Prgc e le attività realizzate nelle scuole dagli uffici Agenda 21 e Progetti Educativi, le direttive del futuro Piano

regolatore del capoluogo friulano sono state al centro di un incontro con l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Udine, avvenuto lo scorso 27 maggio a palazzo D’Aronco.

L’assessore alla Pianificazione Territoriale Mariagrazia Santoro ha accolto, insieme ai tecnici del Comune, sei componenti della commissione Territorio, edilizia e mobilità dell’albo professionale: Erica Bosco, Tomaso Cacciavillani, Francesco Chinellato, Roberto Gentilli, Michele Nonino e Francesco Pupillo. “È stato un incontro molto positivo – spiega Santoro – che ci ha consentito di rinnovare la collaborazione con la commissione dell’Ordine. Nell’ambito del percorso che ci sta portando al nuovo regolatore è molto importante per l’amministrazione comunale ricevere una valutazione positiva del piano di lavoro da parte di una categoria professionale direttamente coinvolta come gli ingegneri”.

Nell’esprimere il proprio apprezzamento per essere stata chiamata in causa, la commissione ha dato la propria disponibilità a consegnare entro l’autunno un documento di sintesi dei contributi dell’Ordine degli ingegneri alla redazione del nuovo Prgc. “È in corso uno studio sul commercio che vorremmo chiudere entro l’autunno – sottolinea il componente della commissione Roberto Gentilli – per garantire il nostro apporto nella costruzione del nuovo Piano regolatore e proseguire la collaborazione avviata con il Comune”.