La manifestazione si svolgerà
dal 13 al 16 settembre

Friuli Doc, si delinea
la mappa della kermesse

Confermate via Mercatovecchio, piazza XX Settembre e piazza Venerio
Più spazio in Largo Ospedale Vecchio e si sta ragionando su piazza Primo Maggio

Mentre si scaldano i motori in vista della 18a edizione di Friuli Doc, la più grande kermesse enogastronomica regionale in programma a Udine dal 13 al 16 settembre, inizia a delinearsi la mappa della manifestazione che ogni anno attira centinaia di migliaia di visitatori.

La prima conferma arriva su via Mercatovecchio o, secondo la futura destinazione, piazza Mercatovecchio, che in attesa dell’inizio dei lavori di ripavimentazione e pedonalizzazione, sarà ancora utilizzabile per tutto il mese di settembre. Come ormai da tradizione, stand ed espositori torneranno ad animare poi piazza Venerio, ma anche il piazzale del castello, piazza Libertà, piazza XX Settembre e in piazza Duomo, qui non prima di aver concordato con la pastorale della parrocchia iniziative e modalità dell’utilizzo degli spazi. Nulla cambierà anche in altre location ormai fisse, come piazza Marconi, piazza San Cristoforo e piazzetta Belloni, o come anche in via Vittorio Veneto e via Cavour.

Prima novità di questa edizione sarà invece il ritorno di piazza Garibaldi, che dopo la chiusura del cantiere per la ristrutturazione della scuola Manzoni, potrà nuovamente accogliere gli affezionati di Friuli Doc. Largo Ospedale Vecchio conferma la sua “vocazione” al Tarvisiano, ma quest’anno lo spazio che sarà concesso agli stand sarà più grande con il limite spostato il più possibile verso via Crispi senza per questo intralciare con le attività del Tribunale.

Ma le novità non finiscono qui, perché gli uffici del Comune stanno anche ragionando sull’utilizzo di piazza Primo Maggio, disponendo gli stand sotto il colle del castello, lasciando quindi la possibilità alle auto di circolare attorno all’ellisse napoleonica.

Per quanto riguarda piazza Matteotti, infine, il Comune sta valutando la questione sulla base dei necessari nulla osta da parte della Soprintendenza. A questo proposito è stato richiesto un incontro con la nuova Soprintendente del Fvg, Maria Giulia Picchione, per discutere di questo aspetto. All’incontro presso la sede regionale della Soprintendenza a Trieste saranno anche invitati i rappresentanti dell’Ersa e dell’associazione culturale Bianco&Nero, in modo tale da pianificare tutti gli eventi di settembre che si dovrebbero tenere nella piazza del centro storico udinese.