Partito il conto alla rovescia per la rassegna
in programma dal 15 al 18 settembre a Udine

Friuli Doc:
la mascotte 2011 sarà tricolore

Dopo il gabbiano e la rana, tre enormi palloni voleranno sopra il cielo
della manifestazione come omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia

Dopo il gabbiano e la rana, a volare sui cieli di Friuli Doc saranno quest’anno tre enormi palloni tricolore come doveroso omaggio ai festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Mentre è ufficialmente partito il conto alla rovescia per la più grande kermesse enogastronomica regionale che porterà a Udine, dal 15 al 18 settembre, le migliori produzioni friulane e della regione, è stata scelta la mascotte che, come tradizione, accompagna la manifestazione.

Friuli Doc, il cui tema portante scelto dalla Provincia di Udine sarà la “Terra dei Patriarchi”, vuole così rendere omaggio all’importante ricorrenza e far volare lungo le vie del centro, a partire dall’inaugurazione e per tutta la durata della kermesse, tre grandi palloni tricolore del diametro di oltre 2 metri e mezzo ciascuno.

Ma il nuovo “simbolo” di Friuli Doc non sarà visibile soltanto nei cieli della città. I tre palloni bianco, rosso e verde, infatti, campeggiano anche nella nuova veste grafica della XVII edizione. Una veste curata quest’anno per la prima volta dal noto illustratore udinese Gianluca Buttolo. Il rinnovato disegno della manifestazione, infatti, oltre a presentare il Friuli e la Terra dei Patriarchi e gli undici comuni che ne fanno parte (Aquileia, Udine, Cividale, San Daniele, Gemona, Moggio, Tarcento, Zuglio, Codroipo, Marano e Rosazzo), “racconta” i temi portanti che accompagnano la 4 giorni del capoluogo friulano. Dalla musica all’agricoltura, dai vini alle prelibatezze gastronomiche della regione, dalle arti figurative ai libri.