Anche quest’anno finale d’autore
con il cantante e showman di Raiuno

Friuli Doc “balla sotto le stelle”
con Paolo Belli e la sua band

La kermesse enogastronomia sarà animata da oltre un centinaio di appuntamenti,
tra i quali spicca anche l’esibizione della “Big Band Abbey Town Jump Orchestra”

Formula vincente non si cambia, anzi, si raddoppia. Se l’anno scorso il concerto di Demo Morselli e la sua band nella serata conclusiva di Friuli Doc è stato un vero successo, anche per l’edizione 2010 della più importante manifestazione enogastronomica della regione è in programma un finale esplosivo.

La Pregi Srl di Renato Pontoni ha pensato infatti di presentare due imperdibili serate all’insegna della grande musica in piazza Libertà: sabato alle 18 la Big Band Abbey Town Jump Orchestra e domenica alle 21.30 il cantante e showman Paolo Belli e la sua inseparabile Big Band. Un finale col botto per un arrivederci all’edizione 2011 ricco di colore e allegria.

Ma andiamo con ordine, perché il programma artistico stilato dalla Pregi, in collaborazione con il Comune, prevede una molteplice varietà di proposte, tutte diverse tra loro, per accontentare ogni target di pubblico. Tutti pronti, dunque, al taglio del nastro previsto per le 17.30 di giovedì 16 settembre in piazza Libertà per i tradizionali saluti istituzionali alla presenza della madrina della kermesse. Quest’anno è stata scelta una vera “Friulana Doc”, una “Ambasciatrice della Pallavolo Friulana”, l’udinese Elisa Manzano che, al  primo anno in Serie A (stagione 2008-09),  si è  guadagnata il titolo di miglior muro e che nella prossima stagione vestirà la maglia della Robursport Volley Pesaro, vincitrice dell’ultimo campionato di serie A1. La cerimonia inaugurale sarà ancora una volta affidata alla conduzione della giornalista di Sky Tv Giorgia Bortolossi, anche lei friulana doc. All’Ensemble di Ottoni del Conservatorio di Udine, diretti dal Maestro Diego Cal, verrà invece affidato l’accompagnamento musicale della cerimonia con l’esecuzione di musiche internazionali.

E dopo il taglio del nastro via a quattro giorni ricchi di attrazioni, appuntamenti musicali e spettacoli in grado di soddisfare tutti i gusti. Un programma artistico, con oltre un centinaio di appuntamenti, capace di coniugare la tradizione e l’innovazione, puntando ad un costante rinnovamento e miglioramento e cercando di dare spazio anche a nuove realtà.

Sui palchi delle piazze e lungo le vie suoneranno dal vivo gruppi di due, tre o  più elementi, cover band grandi e piccole e big band di grande richiamo popolare che spazieranno tra  pop, rock, folk, swing, jazz, jive,  rhythm’n’blues, hip hop, revival, dagli anni ’40 agli anni ’60 e ’70, disco, funky, ska, reggae e musica contemporanea come, solo per citarne alcune, Udine Jazz society, il Piccolo coro del Friuli Venezia Giulia, Frizzi Comini Tonazzi, Barbariga Funky Band, Orchestra 90, The Mad Scramble, Xpress, Rock Side, Exes, Playa Desnuda.

Non potranno mancare le proposte musicali della  tradizione  friulana locale come il gruppo de Lis Stelutis di Udin  e il Grop tradizional furlan;  saranno presenti anche spettacoli di livello nazionale con il cabaret di A&B Cabarock, spiritosissimo duo in corsa per Zelig Off e i Rio, band rock, supporter nell’ultimo tour di Ligabue, tra le più interessanti del panorama musicale italiano, fondata da Marco Ligabue, chitarrista e Fabio Mora, voce. Il Coro Polifonico di Ruda  si esibirà, invece, in sala Ajace domenica alle ore 11 per soddisfare il pubblico appassionato di musica classica. Il coro, diretto da Fabiana Noro, ha ricevuto diversi premi internazionali ed è stato riconosciuto dalla regione Friuli Venezia Giulia “ente di particolare rilevanza artistico-musicale”, noto per aver proposto programmi esclusivi, di rara esecuzione, spesso frutto di approfondite ricerche d’archivio alle quali collabora uno staff di apprezzati docenti del Conservatorio “Jacopo Tomadini” e dell’università di Udine. Molte saranno anche le attrazioni on the road durante tutti e quattro i giorni: dalle brass band più popolari come la Mezza Sporca Dozzina, le Officine ritmiche e i Brass Folk, agli spettacoli di intrattenimento circense, che vedranno esibirsi trampolieri, mangiafuoco,  clown, funanboli, maghi e giocolieri, e la tradizionale Banda di Pozzuolo. Molte anche le nuove animazioni  come  il gruppo Niente di Meno, le Macacadis, le Gag flowers (le piante viventi), accanto a quelle oramai consolidate che di volta in volta sorprendono reinventandosi come il Carro di Staranzano. 

Numerose anche le attività per i bambini, sparse in diverse location e rivolte non solo al tema di quest’anno, la Bassa friulana e le Risorgive, ma anche ad altri temi sviluppati durante la  manifestazione quali l’ecologia, il riciclo dei materiali e il rispetto dell’ambiente. Spazio dunque alla fantasia tra laboratori trucchi, storie, giochi e molto altro. Una delle novità di quest’anno sarà l’utilizzo di piazza Libertà quale palcoscenico per gli spettacoli. Ogni sera,  sul palco appositamente allestito, troveranno spazio diversi spettacoli  rivolti a target altrettanto variegati. Venerdì si apre al ritmo dell’hip-hop dei Carnicats e il folk-punk-rock degli Arbe Garbe, che coinvolgeranno un pubblico giovane; sabato sera, invece, sarà la volta della  Big Band Abbey Town Jump Orchestra, diretta dal Maestro J Kyle Gregory che, dopo aver partecipato al Summer Jamboree di Senigallia (AN), uno dei più importanti e noti festival internazionali di musica e cultura, arriverà a Udine con i suoi oltre venti elementi per incantare il pubblico con uno spettacolo musicale jazz, swing e jive estremamente raffinato ed elegante. Infine  domenica sera alle ore 21.30 per lo spettacolo finale, il cantante e showman Paolo Belli con la sua inseparabile Big Band, chiuderà la XVI° edizione di Friuli Doc. Il suo inconfondibile sound, una miscela unica di swing, rhythm & blues, ritmi latini e melodie italiane, con un pizzico di free, uniti all’appeal immediato e la generosa capacità istrionica di Belli, sapranno creare un filo invisibile di intensa tensione musicale e di travolgente simpatia con uno spettacolo che coinvolge ogni età e tipo di pubblico lasciando certamente un ricordo indelebile in tutti coloro che vi assisteranno.

Programma degli spettacoli