Ogni venerdì dal 10 febbraio
al 23 marzo al Menossi alle 21

Film sulla montagna,
al via la rassegna 2012

Torna l’attesa rassegna organizzata dalla 6^ circoscrizione
del Comune di Udine insieme con il Dlf e la Società Alpina Friulana

Torna l’attesa rassegna dei “Film della montagna”, l’iniziativa organizzata dalla 6^ circoscrizione del Comune di Udine in collaborazione con il Dopolavoro Ferroviario e la Società Alpina Friulana di Udine. Ogni venerdì, a partire dal 10 febbraio e fino al 23 marzo, all’auditorium Menossi con inizio sempre alle 21 sarà quindi possibile visionare interessanti filmati e i protagonisti intratterranno di volta in volta il pubblico con i racconti delle loro indimenticabili esperienze.

Il via lo daranno, venerdì 10, tre filmati. Il primo sarà “Carnia Monte Rosa: il mito è il Sylvain Saudan” di Giampaolo Penco. Interverrà alla presentazione del film lo sci-alpinista Luciano De Crignis. Sylvain Saudan è il precursore dello sci estremo. De Crignis, nato a Ravascletto, guida alpina e maestro di sci, l’ha sempre avuto come punto di riferimento. Entrambi montanari, uno svizzero, l’altro carnico, hanno infatti sviluppato un rapporto di rara intensità con l’ambiente innevato che sfidano di volta in volta. La seconda pellicola sarà invece “Linea Continua” di Hervè Barmasse, Damiano Levati, Giacomo Berthet. Quattro generazioni, un solo obiettivo: andar per monti alla ricerca dell’avventura. Questa è la famiglia Barmasse di Valtournenche, montanari, alpinisti, esploratori e guide alpine del Cervino. Chiusura di serata, infine, all’insegna di donne che hanno sfidato i pregiudizi e  le costrizioni sociali della loro epoca per dare ascolto al richiamo irresistibile del viaggio e dell’esplorazione. Sullo schermo infatti verrà proiettata la pellicola “Con le spalle nel vuoto – Vita di Mary Varale” di Sabrina Bonaiti e Marco Ongania.

La rassegna ritorna poi venerdì 17 febbraio con il filmato Summer Pasture” di Lynn True, e Nelson Walker, uno sguardo sulla vita di una giovane famiglia tibetana, che lotta per conciliare il suo stile di vita legato alle tradizioni con la tumultuosa modernizzazione della società.

Venerdì 24 febbraio, inoltre, sarà di scena “Le vie nascoste dell’acqua”. I sistemi carsici sono lo scrigno che custodisce il bene più prezioso, l’acqua. Tramite spettacolari filmati, gli speleologi apriranno le porte del cuore della montagna per illustrare le vie che l’acqua percorre al suo interno. La serata vedrà la partecipazione anche dello speleologo e fotografo Sandro Sedran.

Il 2 marzo verrà invece proiettato il film “Nanga Parbat” di Joseph Vilsmaier sulla storia dei fratelli Messner che, nel giugno del 1970, raggiunsero la vetta del Nanga Parbat, dopo una salita estenuante del versante Rupal.

Il 9 marzo sarà la volta della serata con Tamara Lugner dal titolo “La passione in me”, un racconto sull’infanzia della protagonista, sulla passione per lo sport agonistico e sulle sue spedizioni.

Venerdì 16 marzo l’incontro sarà dedicato al “Parco naturale delle Dolomiti friulane” con immagini, filmati, itinerari, flora, fauna e altre particolarità del magnifico comprensorio montano. Saranno presenti il presidente del Parco, Marino Martini, e il direttore, Graziano Danelin.

Chiuderà la rassegna, infine, venerdì 23 marzo, una serata con l’alpinista Kurt Diemberger dal titolo “Enigma Himalaya”. Kurt Diemberger nato a Salisburgo, risiede da molti anni in Italia. Alpinista, documentarista, scrittore, ha al suo attivo ben sei “ottomila metri” ed è l’unico alpinista vivente ad aver scalato due ottomila in prima assoluta: il Broad Peak nel 1957, senza portatori e senza respiratori d’alta quota ed il Dhaulagiri nel 1960, sempre senza respiratori. Diemberger non si è dedicato solo alle montagne. È stato anche sempre attratto anche foreste, dai deserti di ghiaccio e di sabbia, da tutto ciò che riserva un fascino ignoto. È autore di vari libri e di una ventina di film che hanno vinto premi internazionali in tutte le manifestazioni del settore. Quasi ogni anno parte ancora per una esplorazione o un’ascensione verso segrete frontiere.

Come ricordato, l’ingresso all’Auditorium Menossi (via San Pietro 60) è libero. Per informazioni è possibile telefonare alla 6^ circoscrizione allo 0432 235246 o al PuntoInforma del Comune di Udine allo 0432 414717.

Scarica il volantino della rassegna in pdf