Protagonisti 200 alunni delle scuole
primarie dell’istituto comprensivo 1

Festa degli alberi: 750 nuove piante
in via Rizzolo e via Quarto

Ognuna delle piante sarà identificata da una carta di identità,
con testo in italiano e friulano, e affidata a una scuola primaria

“Un’occasione per i giovani cittadini di compiere un’azione concreta per la difesa, l’incremento e la valorizzazione della funzione essenziale del patrimonio arboreo, un alleato strategico dell’uomo per garantirgli la sopravvivenza sul pianeta Terra”. Con questa motivazione nel 2010 il Comune di Udine, insieme con il Lions Club  “Udine Duomo”, propose per la prima volta la “Festa dell’Albero”, l’atteso evento di educazione ambientale che venerdì 29 novembre ha celebrato la piantumazione di 750 nuove piante nell’area verde di via Rizzolo e, in piccola parte, in via Quarto.

Protagonisti di questa nuova edizione dell’iniziativa, organizzata dal servizio Verde Pubblico e dall’ufficio Progetti educativi del Comune in collaborazione con l’assessorato alle Risorse rurali e forestali della Regione e il vivaio Pascul di Tarcento, il Lions Club Udine Duomo, la Net e Udine Mercati, 200 bambini delle scuole primarie dell’istituto comprensivo 1 e in particolare la Mazzini, l’educandato Uccellis, la Bertoni, la Nostra Signora dell’Orto e The Mills English School. La maggior parte dei 750 nuovi arbusti sono stati piantati all’interno di un’area di circa 2 mila metri quadrati situata a ridosso dell’ecopiazzola della Net di via Rizzolo, contribuendo così a creare un arredo verde per tutta la zona. Si tratta in particolare di essenze autoctone friulane – carpini, querce, frassini, aceri, olmi, pino silvestre – e di specie selvatiche di susino, ciliegio e melo.

Alla fine del percorso, che sarà completato nelle prossime settimane, ognuna delle piante sarà identificata da una carta di identità, con testo in italiano e friulano, e adottata da una scuola primaria, creando così un legame tra gli alberi e i bambini. “Questa festa è un’ottima occasione per far percepire ai bambini il legame esistente tra il diritto di godere della natura e il dovere imprescindibile di prendersi cura dell’ambiente – sottolinea l’assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana –, che viene in questo caso esercitato attraverso un esempio concreto in cui adulti e bambini lavorano insieme per migliorare la vivibilità della città. Un grazie particolare a Udine Mercati, che ha offerto la merenda a base di frutta ai bambini”.

Un concetto condiviso anche dall’assessore all’Ambiente, Enrico Pizza. “Ringrazio l’assessore regionale Sergio Bolzonello, che per impegni istituzionali non è potuto intervenire, ma che con la Regione è stato protagonista del progetto donando gli alberi attraverso il vivaio Pascul di Pradandos di Tarcento – sottolinea Pizza –. È un’iniziativa molto utile per educare i bambini a seguire l’esempio del premio Nobel della Pace Wangari Maathai, ideatrice della green belt contro la desertificazione dell’Africa”.

Insieme con gli assessori Basana e Pizza erano presenti anche il presidente del Lions Club “Udine Duomo”, Gianni Merlo, il vicegovernatore del distretto Ta2, Guido Repetti, e numerosi soci del sodalizio udinese. “Questo progetto – spiega Merlo – si pone l’obiettivo di fornire una nuova chiave di lettura alla consueta festa degli Alberi promossa dal ministero dell’Ambiente e di porre le basi per un’educazione all’ecologia e al rispetto della natura rivolta alle nuove generazioni”. L’evento, rinviato a oggi per motivi meteorologici, era originariamente in programma il 21 novembre, cadendo quindi nella settimana europea della Riduzione dei rifiuti. Proprio per promuovere tra i bambini delle scuole l’importanza della raccolta differenziata e del riciclo, in concomitanza con la festa degli Alberi il Comune e la Net hanno proposto ai piccoli partecipanti una visita guidata all’ecopiazzola di via Rizzolo, a conclusione della quale sono stati distribuiti anche dei piccoli gadget donati da Net.