Musei aperti e gelato gratis
ai visitatori per la festa del 15 agosto

Ferragosto all’insegna
del “Gusto dell’arte

Le strutture museali cittadine resteranno aperte con numerose proposte per i turisti:
dalla mostra di Fo a Casa Cavazzini alla pinacoteca del castello e al museo Etnografico

Musei aperti e gelato gratis per tutti i visitatori delle collezioni esposte nelle strutture museali cittadine. Si chiama “Il gusto dell’arte” ed è la nuova formula proposta dai Civici Musei di Udine per promuovere la scoperta dei “tesori” dell’arte cittadini nella giornata di Ferragosto.Il prossimo 15 agosto, infatti, chi visiterà un museo o una mostra della rete museale cittadina potrà poi gustare, esibendo il biglietto, un cono gelato alla gelateria Gianduia di via Rialto, che ha aderito all’iniziativa. Per l’occasione tutti i musei cittadini (fatta eccezione per le Gallerie del Progetto di palazzo Morpurgo) resteranno aperti e sarà attivo il servizio gratuito di bus navetta da piazza Libertà al Castello (dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30). “La consueta apertura dei musei nella giornata di Ferragosto – sottolinea l’assessore alla Cultura Luigi Reitani – è ormai un tratto consolidato della nostra politica turistico-culturale, che punta sempre più a valorizzare Udine come città d’arte”.

Tra esposizioni temporanee e collezioni permanenti turisti e udinesi potranno scegliere tra diverse proposte. A partire dalla mostraDario Fo. La pittura di un narratore”, ospitata a Casa Cavazzini fino al 26 agosto, che anche a Ferragosto sarà accessibile con il normale orario di apertura dalle 10.30 alle 19. L’esposizione, dedicata all’opera grafica e pittorica di Dario Fo, viene presentata per la prima volta in Italia. Con oltre 100 opere, dai primi autoritratti agli abbozzi per scenografie fino agli immancabili omaggi a Franca, la mostra accoglie solo una piccola parte della produzione dell’artista, che sin da ragazzo disegnava o dipingeva quasi ogni giorno “in tutte le forme e con tutti i mezzi”.

Stesso orario di apertura (10.30-19) anche per il museo e la pinacoteca del castello, che costituisce il primo nucleo, ottocentesco, delle raccolte museali e documenta lo svolgimento della pittura in Friuli dal Trecento alla metà dell’Ottocento. L’itinerario si snoda attraverso 13 sale con dipinti di Domenico da Tolmezzo, Vittore Carpaccio, Pellegrino da San Daniele, Giovanni Antonio Pordenone, Pomponio Amalteo fino a Palma il Giovane, Bombelli e naturalmente Giambattista e Giandomenico Tiepolo. Per chi fosse interessato ad approfondire la cultura, i mestieri e il folklore friulano il museo Etnografico sarà aperto, sempre dalle 10.30 alle 19, con le proprie collezioni e mostre. Saranno visitabili le istallazioni multimediali, incentrate sui riti del Fuoco, e le diverse mostre: “La fuea e i cavalîrs. In Friuli c’era la stagione del gelso e del baco”, “Stipi, cofani e scrigni. Colti esemplari e semplici manufatti per contenere preziosi” ed “Erbe tintoree”. Per i due musei e la mostra di Dario Fo è possibile anche acquistare un biglietto unico a 10 euro per visitare le esposizioni, anche in giorni diversi, entro il 26 agosto.

Jan e Sarah Saudek saranno protagonisti con la loro mostraLe allegorie dell’umanità” nella Galleria Tina Modotti, in via Paolo Sarpi. L’esposizione, che sarà aperta dalle 18 alle 20, è dedicata ai due fotografi praghesi meritatamente vincitori della 17^ edizione dell’International Award of Photography e rientra all’interno del programma di Spilimbergo Fotografia 2012. Sempre per gli amanti della fotografia alla Casa della Confraternita, in castello, sarà visitabile la mostra fotografica di Giuseppe Burello Io sono un clown e faccio collezione di attimi”. L’esposizione, curata dall’associazione La Rinascita, sarà aperta al pubblico dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19. Per informazioni: Punto Informa        (0432414717), Casa Cavazzini (0432 414772), castello (0432 271591), museo Etnografico(0432 271920).