Mostre e musei aperti
per la festa del 15 agosto

Ferragosto 2013 all’insegna
dell’arte e della cultura

Tra collezioni permanenti ed esposizioni temporanee i visitatori
potranno scegliere tra numerose proposte dei Civici Musei

Mostre e musei aperti per un Ferragosto all’insegna dell’arte e della cultura. Anche se il bel tempo previsto per il prossimo 15 agosto sembra preannunciare un esodo verso le località balneari e montane, chi preferirà invece restare lontano da ombrellone e lettino e trattenersi in città potrà scoprire le collezioni e le mostre temporanee dei Civici Musei. Tutte le strutture museali e le esposizioni del Comune di Udine – con la sola eccezione della mostra “Carlo Leidi, Cina 1972”, ospitata dalla galleria Tina Modotti – saranno aperte al pubblico anche a Ferragosto con il normale orario estivo dalle 10.30 alle 19. “Anche a Ferragosto i Civici Musei rimangono aperti per offrire un servizio a chi passerà questa giornata in città – sottolinea l’assessore alla Cultura Federico Pirone –. Le numerose mostre, inaugurate all’inizio dell’estate, insieme alle collezioni presenti, rappresentano una poliedrica e stimolante opportunità per vivere Udine con curiosità e interesse, sia da cittadini sia da turisti”.

Tra esposizioni temporanee e collezioni permanenti turisti e udinesi potranno scegliere tra diverse proposte. A Casa Cavazzini (tel. 0432/414772) si potrà visitare la mostraAfro Basaldella e Carlo Sbisà: l’elegia del quotidiano. La decorazione murale negli anni Trenta”, curata da Massimo De Grassi e Vania Gransinigh. Un percorso espositivo composto da una novantina di opere che si conclude idealmente nell’appartamento padronale di Dante Cavazzini, dove i visitatori potranno ammirare le tempere murali, recentemente restaurate, che Afro fu chiamato a realizzare nel 1938 su richiesta di Ermes Midena. Sempre a Casa Cavazzini i visitatori potranno ammirare la mostra “Valore e qualità. Il contributo di Gino Valle al design contemporaneo attraverso gli oggetti premiati con il Compasso d’Oro Adi”. Un’esposizione che ricostruisce il periodo in cui avvennero le radicali trasformazioni dell’industrializzazione, che coinvolsero la vita di persone, luoghi di lavoro, territorio e sistemi di comunicazione, lasciando aperte le questioni legate all’oggi, all’economia sostenibile e all’ambiente.

Dell’offerta culturale ferragostana non può non far parte l’area museale del castello, facilmente raggiungibile anche grazie al servizio gratuito di bus navetta da piazza Libertà (attivo dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30). Qui si potrà visitare la pinacoteca del castello, che costituisce il primo nucleo, ottocentesco, delle raccolte museali e documenta lo svolgimento della pittura in Friuli dal Trecento alla metà dell’Ottocento. L’itinerario si snoda attraverso 13 sale con dipinti di Domenico da Tolmezzo, Vittore Carpaccio, Pellegrino da San Daniele, Giovanni Antonio Pordenone, Pomponio Amalteo fino a Palma il Giovane, Bombelli e naturalmente Giambattista e Giandomenico Tiepolo. Per chi volesse ammirare i capolavori tiepoleschi anche il museo diocesano e le Gallerie del Tiepolo osserveranno il normale orario di apertura, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Non va dimenticato inoltre che la sede dei Civici Musei ospita anche la mostra La trincea dei disegni. Riflessi risorgimentali nella satira e nell’illustrazione della Grande Guerra”, curata da Irene Bolzon e realizzata in collaborazione con la cooperativa Altreforme. L’esposizione si propone di indagare come la propaganda di guerra seppe assorbire e rielaborare elementi tipici della comunicazione simbolica risorgimentale, con uno sguardo attento anche alla dimensione femminile. In castello sarà possibile visitare anche il museo Archeologico, la Galleria d’Arte Antica, la Galleria dei Disegni e delle Stampa, il museo friulano della Fotografia e il museo del Risorgimento. La sezione della Fototeca resterà invece chiusa al pubblico fino al 16 agosto per la pausa estiva.

Nei locali delle Gallerie del Progetto di palazzo Morpurgo sarà visitabile la mostraUn mondo alla rovescia” (orario di apertura dalle 16.30 alle 19.30), dedicata a Riccardo Toffoletti, per un quarantennio fra i protagonisti della fotografia e della vita culturale friulana, su posizioni di polemica sollecitazione al rinnovamento, in dialogo con gli esponenti dell’arte, architettura, letteratura e poesia contemporanee. A lui si deve anche la riscoperta e la valorizzazione a livello internazionale della figura di Tina Modotti attraverso monografie, incontri, mostre itineranti a livello nazionale ed internazionale.

Per chi fosse interessato ad approfondire la cultura, i mestieri e il folklore friulano il museo Etnografico sarà aperto, sempre dalle 10.30 alle 19, con le proprie collezioni e mostre. Saranno visitabili le istallazioni multimediali, incentrate sui riti del Fuoco, e in particolare la nuova sezione dedicata al taglio degli alberi. Un’area espositiva nella quale trovano posto le tecniche e gli attrezzi da lavoro di una delle attività più tipiche della società friulana.

Proprio il 15 agosto, infine, sarà l’ultimo giorno utile per visitare la mostra “Italian.design.ud – l’ADI Design Index verso il Compasso d’Oro”, ospitata nella chiesa di San Francesco e aperta al pubblico dalle 17 alle 21. L’esposizione presenta una selezione dei prodotti 2012 che concorreranno al prossimo premio Compasso d’Oro, promosso dall’associazione per il Design Industriale. Anche chi resterà in città, comunque, potrà optare per un tuffo e una nuotata: la piscina del Palamostre, in via Ampezzo, resterà aperta con orario festivo dalle 10 alle 19.30. Apertura ferragostana anche per l’impianto natatorio di via Pradamano, che sarà accessibile dalle 10 alle 14.

Per informazioni: Punto Informa        (0432414717), Casa Cavazzini (0432 414772), castello (0432 271591), museo Etnografico(0432 271920).