Sabato 12 giugno alle 16 alla Galleria d’Arte Moderna

Elsa Martin chiude alla Gamud
“Le voci delle immagini”

Tra le opere d’arte conservate nella Galleria di via Ampezzo,
la cantante friulana musicherà il tema della casa e della donna

Si conclude sabato 12 giugno alle 16 la fortunata serie di incontri pomeridiani “Le voci delle immagini”, frutto della collaborazione tra la Galleria d’Arte Moderna e la Cooperativa Sistema Museo. Un appuntamento in cui musica e arte si fondono in un tutt’uno ricco di emozioni e riflessioni alla scoperta dell’arte.

Sabato, infatti, la giovane cantautrice friulana musicherà il tema profondo della “casa”, nel senso di terra natale e di radici, reinterpretando canti della tradizione popolare. A questo concetto si interseca il tema della donna, poiché soprattutto alla donna era tradizionalmente assegnato il compito di tramandare oralmente il sapere alla nuova generazione.

La volontà di immergersi nelle sonorità antiche e più recenti di un patrimonio musicale, quello friulano, è la motivazione che guida la proposta musicale accompagnata dall’esecuzione di brani inediti, in lingua friulana ed italiana, scritti da Elsa Martin, con l’intento di stabilire un contatto con la tradizione e di proseguirla utilizzando linguaggi attuali, ma forti, delle radici musicali originari e dando così voce, parole e suono, alle tante opere d’arte ispirate al paesaggio o a tematiche d’ambito friulano raccolte nelle collezioni otto e novecentesche.

La musica diventa così veicolo vicino all’anima più di ogni altra forma d’espressione, proprio perché, prima tra tutte, sgorga dall’intimo.

Per Elsa Martin, la Voce e il canto sono veicolo e identità. Autrice di composizioni in italiano e in friulano, è impegnata nella ricerca dei canti della tradizione friulana. Alla base della sua musica stanno l’espressività del suono, al di là del significato delle parole ed il carattere improvvisativo ed estemporaneo di ogni esecuzione, attingendo anche dall’esperienza in ambito jazzistico.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Sistema Museo  al numero 199.151123 o direttamente la Gamud allo 0432 295891.