Mercoledì 11 dicembre alle 20.30
al teatro Palamostre

“Dicembre a Udine” presenta
l’orchestra di fiati di Euritmia

L’orchestra farà da spalla a due giovani solisti:
Carina Ioana Cirtita e Giacomo Marcocig

Proseguono gli appuntamenti inseriti nel calendario di eventi “Dicembre a Udine”. Mercoledì 11 dicembre alle 20.30 il teatro Palamostre ospiterà l’esibizione dell’orchestra di fiati dell’associazione culturale musicale Euritmia di Povoletto, diretta dal maestro Franco Brusini. Il concerto presenterà un programma variegato che comprende brani originali per orchestra di fiati e trascrizioni.

L’orchestra farà da spalla a due giovanissimi solisti della nostra regione che interpreteranno due brani solistici fondamentali della letteratura del proprio strumento: Giacomo Marcocig (classe 1985, originario di Camporosso) allievo del conservatorio di Udine, vincitore del premio speciale della giuria al 16° concorso internazionale per giovani strumentisti di Povoletto, eseguirà all’Euphonium “Pantomime” di P. Sparke, brano originale per orchestra di fiati scritto per il maestro inglese Steven Mead; Carina Ioana Cirtita, allieva della scuola di musica “Euritmia” che nell’ultimo anno si è distinta in diversi concorsi pianistici di livello nazionale, eseguirà “Warsaw Concerto” di Addinsell in una trascrizione per fiati dell’originale per orchestra sinfonica.

Il concerto continuerà con un omaggio ai compositori di cui quest’anno si è tenuto il bicentenario della nascita, Richard Wagner e Giuseppe Verdi. Di quest’ultimo l’orchestra proporrà il “Gran finale atto III” della “Aida”, brano caro a Euritmia, che ha avuto l’onore di proporlo in Campidoglio in un concerto patrocinato dal Comune di Roma e dal Quirinale, dedicato ai 150 anni della unità d’Italia. Il finale del concerto sarà decisamente più frizzante e moderno con una raccolta di temi del compositore simbolo americano George Gershwin e uno tra i brani sinfonici messicani più popolari, Danzon n.2 di Arturo Márquez.