Mercoledì 23 maggio alle 18
nella sala Corgnali

Dialoghi in biblioteca presenta
“L’angelo col paracadute”

Vanda Slobbe Castagna presenta il suo ultimo libro,
ambientato nel Friuli della Resistenza ed edito da Aviani e Aviani

Si chiama “L’angelo col paracadute” il libro protagonista del prossimo appuntamento con il ciclo di iniziative “Dialoghi in Biblioteca”, organizzate dalla biblioteca civica Joppi in collaborazione con l’assessorato alla Cultura. All’incontro, in programma mercoledì 23 maggio alle 18 nella sala Corgnali della sezione Moderna, in Riva Bartolini 5, interverrà l’autrice del volume (edito quest’anno da Aviani & Aviani di Udine), Vanda Sbobbe Castagna, che dialogherà con il docente Sandrino Coos.

Seconda guerra mondiale. Nel Friuli occupato dalle truppe naziste, una giovane italo-canadese, bionda e con innocenti occhioni azzurri, viene catapultata nella dura realtà della guerra, della paura, della fame. Forte del suo perfetto bilinguismo, del suo aspetto innocuo ed angelico, del suo spirito d’avventura e del suo coraggio, si unisce alla Resistenza. Questo romanzo è la storia delle sue pericolose imprese e dei suoi sentimenti più intimi, ma anche la celebrazione dei valori della famiglia, dell’amicizia, della solidarietà e dell’amore. Accanto alla protagonista Cecilia, si muovono molti personaggi grandi e piccoli, ma comunque sempre autentici, del mondo rurale dell’epoca, in una terra di confine che si caratterizza per l’attaccamento alle tradizioni, la dedizione al lavoro, l’amore per la Piccola Patria.

Vanda Sbobbe Castagna, friulana, diplomata al liceo “Jacopo Stellini” di Udine, laureata in Lingue e letterature straniere all’università Ca’ Foscari di Venezia, ha insegnato per molti anni in istituti superiori di Venezia ed è stata preside dell’Istituto tecnico nautico. Ora vive a Treviso. Ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo, Volevo fare la spia, un grande successo editoriale.