Mercoledì 26 giugno alle 18
nella sala Corgnali della Joppi

Dialoghi in biblioteca ospita
le poesie di Marina Giovannelli

L’autrice udinese presenterà la raccolta poetica
“Il libro della memoria e dell’oblio”, edito da Samuele Editore

Saranno le poesie di Marina Giovannelli a chiudere “Dialoghi in Biblioteca”, il ciclo di incontri con l’autore organizzati dalla biblioteca civica “V. Joppi” e dall’assessorato alla Cultura. Mercoledì 26 giugno alle 18 la sala Corgnali ospiterà la presentazione della raccolta poetica “Il libro della memoria e dell’oblio pubblicato dall’autrice udinese per Samuele Editore. Dialogheranno con Marina Giovannelli con l’autrice Antonella Sbuelz e Gian e il docente dell’università di Udine Gianpaolo Gri.

Vita e morte, presenza e assenza, aspirazione alla pienezza ed esilio nella caducità. E su tutto, naturalmente, realtà e sogno della memoria e dell’oblio. Queste le anime del nuovo testo poetico di Marina Giovannelli, che, pur nel dualismo di fondo della sua composizione strutturale, trova genesi e motivi ispiratori in un un’unica tensione espressiva e in nuclei tematici fortemente coerenti. Benché infatti il libro sia scandito in due tempi – la  raccolta poetica iniziale, a sua volta suddivisa in tre sezioni, e il poemetto Ishtar – i quesiti, le inquietudini e le suggestioni che hanno generato il testo si declinano in un comune percorso di esplorazione del senso – e dei sensi – di fronte all’inesplorabilità del vuoto. Convergono in queste pagine, infatti, due essenziali pulsioni della riflessione e della scrittura di Giovannelli: il profondo interesse per il mito e i grandi interrogativi sul vivere e sul morire.

Marina Giovannelli è nata e vive a Udine. Interessata in particolare alla scrittura delle donne, ha pubblicato racconti e romanzi, ultimo dei quali è “Gli anni difficili” (Udine, 2011), nonché saggi, testi teatrali e sillogi poetiche. Sposata con Tito Maniacco, alla sua morte ha promosso la donazione di tutti i suoi manoscritti alla biblioteca civica udinese.