Appuntamento speciale giovedì 28 novembre
a partire dalle 14.30 nella sala Corgnali della biblioteca

“Dialoghi in biblioteca” dedica
un convegno a Luciano Morandini

L’iniziativa vuole far luce sui rapporti del grande poeta friulano con il mondo
intellettuale della seconda metà del Novecento in Friuli, in Italia e in Europa

La rassegna “Dialoghi in Biblioteca”, organizzata dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura, torna con un appuntamento speciale dedicato a un’importante figura della cultura friulana. Giovedì 28 novembre a partire dalle 14.30 la sala Corgnali della biblioteca, in Riva Bartolini, ospiterà il convegno “Luciano Morandini. Lo scrittore e le carte”.

L’iniziativa, che si pone l’obiettivo di illustrare il fondo archivistico del grande poeta friulano, vuole anche fare luce sui suoi rapporti con il mondo intellettuale della seconda metà del Novecento in Friuli, in Italia e in Europa, attraverso un’esplorazione del ricco orizzonte rappresentato dalle riviste di cultura e indagando sulle traduzioni in sloveno, in spagnolo e in inglese della sua produzione poetica.

Interverranno, tra gli altri, Andrea Cuna e Roberto Goldaniga (Le carte dell’archivio di Luciano Morandini), Lisa Gasparotto (Il dialogo con Biagio Marin e Leonardo Sciascia), Marko Kravos (I rapporti con il mondo culturale sloveno), Betina Lilian Prenz (Morandini in spagnolo: traduzione e ricezione), e Marisa Sestito (Tradurre Morandini: pathos e rigore).

Durante il convegno, verrà inaugurata, nell’atrio di palazzo Bartolini, la mostra “Le riviste letterarie dal Dopoguerra agli anni Sessanta”, curata da Lisa Gasparotto e presentata da Romano Vecchiet e Luisa Gastaldo, la vedova di Morandini. Seguirà, alle 18, nella sala Udienze del conservatorio Jacopo Tomadini, un concerto, ideato da Stefano Rizzardi e Renato Miani, con musiche originali di Renato Miani, sui testi della raccolta “Voci” di Luciano Morandini, testi legati ai temi dell’indignazione politico-sociale e dello smascheramento, ma anche dell’utopia e dell’amore.