Martedì 8 maggio alle 17.30 una conferenza

“Decorare ad arte”
nuova temporanea all’Etnografico

Inaugura un’altra esposizione pensata per far conoscere al pubblico
le collezioni, spesso non visibili, conservate a palazzo Giacomelli

Elementi decorativi per mobilia, piccoli ma preziosi manufatti, ornamenti, spesso disegnati da importanti artisti famosi, friulani e non. Si aprirà martedì 8 maggio, per concludersi il 24 giugno, la nuova esposizione temporanea organizzata al Museo Etnografico del Friuli.Nell’intento di far conoscere al pubblico i piccoli fondi e collezioni inedite conservate a palazzo Giacomelli, infatti, protagonisti di questo mese saranno gli oggetti appartenenti alla sezione, recentemente aperta, dedicata a “Stipi, cofani e scrigni; contenitori per preziosi”.

E proprio per raccontare al pubblico queste opere d’arte, sempre martedì 8 maggio all’Etnografico alle 17.30, Francesca Tesei terrà una conferenza intitolata “Cofanetti per preziosi, collezionismo, simbologia dello scambio nuziale e l’arte embracesca”. L’incontro prende spunto da alcuni oggetti in esposizione, ovvero una tipologia di cofanetti eburnei finemente intarsiati, ampiamente diffusa a partire dalla seconda metà del Trecento fino ai primi due decenni del Quattrocento in Italia ed anche in Francia. Questo tipo di scatole era in uso fra i rampolli delle famiglie reali e nobiliari del tardo medioevo e, in genere, contenevano i doni, per lo più gioielli, con cui il fidanzato o la sua famiglia suggellavano l’avvenuta promessa nuziale. Il pregevole pezzo, come altri fra quelli esposti, proviene dalla collezione del medico Giuliano Mauroner, nobile friulano di profonda cultura nonché musicista che visse l’epoca d’oro del collezionismo nel capoluogo fiorentino ove si stabilì fra il 1880 ca e fino alla morte (1919).

Tornando agli oggetti in esposizione, nella sala del museo appositamente allestita si possono ammirare molti elementi decorativi che si affermano con fortuna a partire dal Sei-Settecento, come suppellettili destinate ad ornare i mobili, ma anche altri elementi d’arredo e orologi.

Il Museo Etnografico del Friuli in via Grazzano, lo ricordiamo è aperto dal martedì alle domenica dalle 10.30 alle 19. Per informazioni 0432 271920.