C’è tempo fino al 28 febbraio
per partecipare al bando

Contributo Tares, ultime settimane
per presentare domanda

I beneficiari dello scorso anno saranno inseriti
in automatico e non avranno bisogno di fare domanda

C’è tempo fino al 28 febbraio per presentare domanda di contributo per il pagamento delle spese per la nettezza urbana. Anche quest’anno, infatti, l’amministrazione comunale ha confermato, con uno stanziamento complessivo di 180 mila euro, l’attivazione di un sostegno in favore delle fasce economicamente svantaggiate della popolazione cittadina per far fronte al pagamento della Tares, la nuova tassa sui rifiuti sulla quale grava da quest’anno l’addizionale statale. Gli interessati possono presentare domanda fino al 28 febbraio presso lo Sportello informativo dei servizi sociali (Sissu) di via Micesio 31.

Possono beneficiare del contributo le persone maggiorenni, intestatarie dell’utenza Tares relativa all’alloggio ad uso abitativo cui si riferiscono le bollette per le quali si richiede il contributo, residenti nel Comune di Udine nella stessa unità immobiliare, in possesso di attestazione Isee in corso di validità (relativa alla situazione reddituale 2012 o 2013) e con un indicatore non superiore a 8.189,40 euro. Nel nucleo familiare non deve essere presente alcun componente che sia (o sia stato nel corso del 2013) titolare di diritti di proprietà e/o usufrutto su beni immobili, riguardanti abitazioni diverse da quella in cui il nucleo familiare ha la residenza (per i casi particolari si può fare riferimento al bando).

La raccolta delle richieste è aperta solo per coloro che non hanno fatto domanda o non hanno beneficiato del contributo Tia per il 2012. Per chi invece ha già avuto accesso al beneficio lo scorso anno (anche se non liquidato per esaurimento dei fondi a disposizione), i dati, in particolare quelli relativi all’Isee, saranno acquisiti e controllati automaticamente d’ufficio. In questo caso gli interessati dovranno solamente accertarsi di essere in possesso di un’attestazione Isee valida alla data di scadenza del bando (28 febbraio 2014), pena l’esclusione dalla partecipazione allo stesso.

“In questo modo – spiega l’assessore alla Salute e all’Equità Sociale, Simona Liguori – almeno 1.500 potenziali richieste saranno caricate in automatico. Un contributo che per molte famiglie in condizioni economiche precarie costituirà una vera e propria boccata d’ossigeno”. Per l’anno 2013 l’importo del contributo riconosciuto agli aventi diritto corrisponderà alla prima rata della Tares 2013 (acconto), pari all’80% del tributo totale annuo dovuto, mentre la seconda rata (saldo) resterà comunque a carico dei contribuenti. La concessione del contributo avverrà scorrendo la graduatoria formata a conclusione della raccolta delle domande, a partire dal valore Isee più basso, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Il Comune di Udine già da alcuni anni destina risorse economiche per l’erogazione di contributi in favore di singoli o di nuclei familiari a basso reddito per garantire un sostegno nel pagamento dei servizi di nettezza urbana. Nel 2012, quando era ancora in vigore la Tariffa di igiene ambientale (Tia), sostituita quest’anno dalla Tares, l’am

Il Sissu di via Micesio è a disposizione per la raccolta delle domande il lunedì (8:45-12:15; 15:15-16:45), il mercoledì (8:45-12:15) e il giovedì (8:4            5-12:15). Nella giornata di venerdì 28 febbraio il punto di raccolta sarà comunque aperto dalle 8:45 alle 12:15. La modulistica per la presentazione della domanda è disponibile, oltre che presso il Sissu, anche sul sito www.comune.udine.it, negli uffici anagrafici di via Stringher 14 e nelle sedi circoscrizionali. Per informazioni: tel. 0432.271731-732-733-734, fax 0432.271730, mail sissu@comune.udine.it.