Stanziati 24 mila euro per sostenere
il centro diurno per anziani autosufficienti

Contributo convenzionato
per il “Salotto d’Argento”

L'assessore Corrias: “Pur in un momento di difficoltà economiche, abbiamo voluto mantenere
i contributi per questo tipo di servizi, sempre molto apprezzati e richiesti dalla cittadinanza

Sostenere la socializzazione dell’anziano promuovendo, al contempo, situazioni di emarginazione e solitudine. Sono i principi cardine che sottendono a tutte le attività organizzate dal Salotto d’Argento, il centro diurno per anziani autosufficienti che da anni, in via Micesio 31 a Udine, offre occasioni di incontro e diverse attività di animazione concordate e gestite da associazioni di volontariato e dagli anziani stessi. Proprio per l’importanza che il Salotto d’Argento rappresenta per tutta la comunità udinese, la giunta comunale, su proposta dell’assessore ai Servizi Sociali, Antonio Corrias, contribuirà dunque a sostenere il centro per anziani con un contributo convenzionato di 24 mila euro. “Pur in un momento di difficoltà economiche – commenta Corrias –, abbiamo voluto mantenere i contributi per questo tipo di servizi, sempre molto apprezzati e richiesti dalla cittadinanza. Il miglioramento della qualità e dell’aspettativa di vita – prosegue – ha creato profondi mutamenti non solo demografici nella popolazione. È cambiata ad esempio la struttura delle famiglie, sia dal punto di vista della sua composizione, sia in termini di numerosità del nucleo. Ovviamente, i servizi alla persona si devono adeguare costantemente per riuscire a rispondere alle nuove esigenze dei cittadini. In questo processo – conclude Corrias – il Friuli conferma sempre i valori di solidarietà che lo caratterizzano”.