A settembre 2009 era stato accolto il ricorso della Red sas

Condominio via Marsala:
il Comune ricorre in appello contro il Tar

L’impresa è interessata a costruire un condominio di 7 piani

condominioLa giunta comunale ha deciso di ricorrere in appello contro la sentenza del Tar che a settembre del 2009 aveva accolto il ricorso della R.ed. Sas, l’impresa interessata a costruire un condominio di 7 piani in via Marsala.

Una delibera del consiglio comunale del 27 novembre imponeva, in base alla nuova variante urbanistica, il divieto a costruire in zone residenziali edifici di altezza superiore a 3 piani. Prima che la delibera entrasse in vigore, tuttavia, restava valida l’autorizzazione data dalla precedente amministrazione in base alle normative allora vigenti a costruire un edificio di 7 piani. Ecco perché, assumendosene tutte le responsabilità, il sindaco di Udine Furio Honsell aveva firmato un atto d’indirizzo che autorizzava la R.Ed. a costruire un condominio di massimo 5 piani. Una soluzione che, però, non aveva trovato d’accordo i residenti della zona né l’impresa, che aveva ricorso al Tar per impugnare l’atto sindacale. Ricorso che in prima istanza è stato accolto e contro il quale, ora, il Comune di Udine ricorrerà in appello.

“Una vicenda molto complessa – commenta Honsell – che comunque abbiamo intenzione di affrontare con determinazione a fianco dei cittadini della zona per limitare quanto possibile l’altezza della costruzione, pur capendo le esigenze imprenditoriali dell’impresa costruttiva, in coerenza con gli obiettivi generali di trasformazione della città che rispetti le identità dei luoghi”.