La decisone presa dalla giunta comunale
La delibera in discussione al prossima seduta del Consiglio comunale

Cittadinanza onoraria
al poeta Pierluigi Cappello

Pirone: “Ribadire il valore profondo della sua persona, del suo straordinario talento
e della sua poesia, intesa anche quale capacità pubblica di risvegliare le coscienze”

Un giusto riconoscimento della città a uno dei più grandi poeti italiani. È quanto ha deciso di tributare la giunta del Comune di Udine, su proposta dell’assessore alla Cultura, Federico Pirone, concedendo al poeta Pierluigi Cappello la cittadinanza onoraria del capoluogo friulano.“Abbiamo pensato a questo riconoscimento – spiega Pirone – per ribadire il valore profondo della sua persona, del suo straordinario talento e della sua poesia, intesa anche quale capacità pubblica di risvegliare le coscienze e comunicare l’importanza dell’educazione alla poesia e alla sua lettura. In particolare – prosegue l’assessore –, con questo riconoscimento si intende affermare, rispetto ad una società sempre più virtuale e potenzialmente superficiale, il ruolo della poesia e della cultura in generale nella società contemporanea, il valore profondo di un lavoro silenzioso che mira all’essenza delle cose in contrasto con l’assordante e insignificante rumore che ci circonda”.

La cittadinanza onoraria della Città di Udine viene conferita a Cappello per l’altissimo livello della sua espressione artistica e per lo stretto legame della sua vocazione poetica con la terra friulana. Il titolo costituisce un riconoscimento onorifico per chi, non essendo iscritto nell’anagrafe del Comune, si sia distinto particolarmente nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dei diritti umani, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport.

“Con questo gesto – continua l’assessore alla Cultura – abbiamo voluto riconoscere la capacità di Cappello di porsi quale mediatore fra le generazioni e di farsi interprete di una sfida che, in controtendenza con i modi troppo spesso frenetici della comunicazione odierna, ci induce a riappropriarci della lettura lenta e che, con la straordinaria capacità comunicativa del suo linguaggio poetico, ricuce i fili di un vissuto e di una comunità rivelando il valore pubblico e sociale alla cultura”.

La cittadinanza onoraria conferita dal Comune di Udine è un titolo che da decenni non viene concesso a nessuno. “Proprio per questo motivo – chiarisce Pirone – il fatto di conferirlo ad un poeta, vuole rappresentare il giusto riconoscimento di Udine a chi ha saputo conquistare, con la forza delle sue parole, i più alti premi in ambito letterario. Ora – conclude – stiamo preparando la delibera che sarà portata all’attenzione della prossima seduta del Consiglio comunale per l’approvazione definitiva e, allo stesso tempo, ci piacerebbe coinvolgere Pierluigi Cappello in un progetto culturale di cui stiamo verificando  tutte le strade possibili”.