[:it]Presentato il programma 2010 delle attività nei quartieri[:fu]Presentât il program pal 2010 des ativitâts tai cuartîrs

Circoscrizioni cittadine,
un anno di iniziativeCircoscrizions citadinis,
un an di iniziativis

[:it]In 12 mesi oltre 70 tra eventi, corsi sportivi e progetti
realizzati dalle associazioni del territorio[:fu]In 12 mês plui di 70 tra events, cors sportîfs e progjets
realizâts des associazions dal teritori

agesDagli spettacoli teatrali alle mostre, dagli eventi natalizi e carnevaleschi alle iniziative dedicate all’informazione e alla conoscenza del territorio. Ma anche corsi, conferenze e incontri agesDai spetacui teatrâi aes mostris, dai events par Nadâl e carnevâl, aes iniziativis dedicadis ae informazion e ae cognossince dal teritori. Ma ancje cors, conferencis e incuintrisdedicati a grandi e piccini, senza dimenticare alcune tra le tradizionali feste dei borghi come, ad esempio, la feste delle castagne o il Natale in piazza a Paderno. Saranno oltre 70, quasi sei al mese, le iniziative e gli eventi inseriti nel programma delle sette circoscrizioni cittadine nel 2010, le cui linee guida sono state approvate oggi dalla giunta, insieme anche alla concessioni di contributi a sostegno dell’associazionismo del territorio.

“Il piano di attività elaborato – spiega l’assessore al Decentramento Chiara Franceschini – è stato definito in collaborazione con le associazioni che operano sul territorio attraverso una metodologia di lavoro basata sul coordinamento di tavoli tematici all’interno dei quali far emergere le esigenze dei quartieri. Il tutto insieme anche al prezioso contributo dato dai consiglieri delegati di quartiere”.

A sostegno di questo programma la giunta ha stanziato a bilancio un contributo complessivo di 150 mila euro (lo scorso anno erano circa 200) a cui si aggiungono 35 mila come contributi alle associazioni (33.240 oltre a circa 1.800 già stanziati per il “Natale in città”). “Nei limiti delle possibilità e nonostante la stretta finanziaria di quest’anno– prosegue Franceschini – abbiamo fatto il possibile per mantenere le attività delle tante associazioni che svolgono attività ad hoc sul territorio. Consolidiamo un approccio – prosegue – frutto di una visione policentrica della città, che valorizzi le specialità e che, allo stesso tempo, permetta di cogliere a pieno le potenzialità dei progetti condivisi sulla base di tavoli tematici ed eventi trasversali”.

Ma oltre alle attività proposte dalle varie associazioni e alla posta già stanziata in bilancio per le circoscrizioni, nel programma approvato dalla giunta figurano anche tutte quelle iniziative per cui il Comune concederà gratuitamente le proprie sale o fornirà supporto logistico. Anche se in questi casi, dunque, non si tratta di una concessione diretta di fondi, di fatto è come se lo fosse, in quanto, concedendo gratuitamente i propri spazi, l’operazione si configura come un mancato introito nella casse di palazzo D’Aronco.

“Per valorizzare questo programma e individuare percorsi condivisi puntiamo su una forte collaborazione anche con gli assessorati alla cultura e al turismo – conclude l’assessore –. Questo programma di massima sarà comunque perfezionato grazie anche alle istanze che verranno raccolte sul territorio e presentate di volta in volta in forma di progetto alla giunta”.

Elenco contributi associazioni 2010

Altre attività con associazionidedicâts a grancj e piçui, cence dismenteâ cualchidune des tradizionâls fiestis dai borcs tant che, par esempli,  la fieste des cjastinis o il Nadâl in place a Padier. Tal 2010 a saran plui di 70, cuasi sîs par mês, lis iniziativis e i events inserîts tal program des siet circoscrizions citadinis, che vuê la zonte e à fat buinis lis lôr liniis vuide, insiemi cu lis concessions di contribûts par sostignî l’associazionisim dal teritori. “Il plan di ativitât elaborât – al motive l’assessôr pal Decentrament, Chiara Franceschini – al è stât definît in colaborazion cu lis associazions che a operin sul teritori cuntune metodologjie di lavôr fondade sul coordenament di taulis tematichis e par che inte lôr suaze a vegnin a flôr lis esigjencis dai cuartîrs. Dut chest insiemi cul contribût preziôs dai conseîrs delegâts di cuartîr”. Par sostignî chest program, la zonte e à stanziât a belanç un contribût complessîf di 150.000 euros (l’an passât a jerin cirche 200.000) e a chescj si zontin 35.000 tant che contribûts aes associazions (33.240 in plui dai cirche 1.800 za stanziâts par “Natale in città”). “Tai limits des pussibilitâts e cun dut che chest an al è stât un grant tai finanziari – e continue la Franceschini – o vin fat di dut par  mantignî lis ativitâts des tantis associazions che a davuelzin azions ad hoc sul teritori. O insaldìn une  impostazion – e continue – che e je il risultât di une vision policentriche de citât, che e valorizi lis specificitâts e che, tal timp stes, e permeti di capî ad in plen lis potenzialitâts dai progjets  condividûts, su la fonde di taulis tematichis e events trasversâi”. Ma, in plui des ativitâts proponudis des diviersis associazions e de pueste za stanziade a belanç pes circoscrizions, tal program fat bon de zonte a son ancje dutis chês iniziativis che il Comun ur concedarà sore nuie lis sôs salis e ur darà un supuart logjistic. Ancje se in chescj câs, duncje, no si trate di une concession direte di fonts, di fat al è come se e fos, stant che, concedint i spazis sore nuie, la operazion si configure tant che une jentrade mancjade tes cassis di palaç D’Aronco. “Par valorizâ chest program e par individuâ percors condividûts o pontìn suntune colaborazion strente ancje cui assessorâts pe culture e pal turisim – e conclût la assessore –. In dut câs, chest program di massime al sarà perfezionât ancje in gracie des istancis che a vignaran cjapadis sù sul teritori e presentadis daûr des voltis in forme di progjet ae zonte”.

Elenco contributi associazioni 2010

Altre attività con associazioni