L’incontro giovedì 5 maggio, a palazzo D’Aronco

Circhi e rispetto per gli animali,
consegnate al sindaco oltre 1200 firme

Honsell: “Faremo tutto il possibile per approvare un regolamento
comunale che tuteli il benessere degli animali”

A Udine non più circhi con animali che non siano appartenenti alle specie autorizzate dalla commissione scientifica Cites del Ministero dell’Ambiente, ma solo attrazioni che tengano conto delle esigenze etologiche degli animali stessi attraverso costanti controlli da parte delle autorità preposte.

Sono queste, scritte nero su bianco, le richieste di oltre 1200 cittadini di Udine e dintorni portate giovedì 5 maggio, da una delegazione di bambini della 1^ B e G della scuola media di Feletto Umberto al sindaco del capoluogo friulano Furio Honsell e all’assessore alla Qualità della città, Lorenzo Croattini.

“Alcuni mesi fa – racconta l’insegnante Fabiola Danelutto che ha accompagnato i ragazzi – avevamo svolto un percorso sul corretto rapporto uomo-animali, in collaborazione con  le volontarie della LAV di Udiune. L’attività didattica di approfondimento – spiega – è poi proseguita  nel tempo e i ragazzi si sono presi a cuore  in particolare  il problema degli animali nei circhi, raccogliendo numerosissime firme attraverso una petizione che ha come finalità l’emanazione di un’ordinanza per  impedire ai circhi di sfruttare gli animali negli spettacoli, infliggendo loro sofferenze e costringendoli ad un’esistenza che non tiene conto delle  loro esigenze etologiche”.

Ecco quindi che la petizione, firmata da tantissimi cittadini, è stata raccolta dal sindaco che si è impegnato, insieme con Croattini, a verificare tutte le possibili strade percorribili. “Sono molto lieto – commenta Honsell – che ci sia questa grande sensibilità dei nostri cittadini più giovani, perché il rispetto degli animali è un percorso di civiltà. Faremo tutto il possibile – assicura – per approvare un regolamento comunale che tuteli il benessere degli animali pur nel rispetto delle antiche tradizioni circensi”.

La consegna di oggi, come hanno sottolineato anche Barbara Novelli, responsabile Lav di Udine, e Andrea Marussign, già consigliere comunale, che hanno accompagnato la scolaresca “rappresenta un forte atto simbolico a sostegno del regolamento che l’amministrazione comunale, dopo lunga attesa, sta varando, ai sensi del quale sarà concesso l’attendamento a Udine solo ai circhi in grado di offrire agli animali detenuti condizioni minime di benessere e di dignità. Un piccolo passo – concludono – verso la civiltà, ma indicativo di una presa di coscienza degli amministratori locali a fronte degli avanzamenti civili del corpo sociale”.



Tags: