Entro l’autunno sarà completato
il primo lotto di opere

Cimitero di San Vito, quasi concluso
l’intervento di riqualificazione

Nella settimana in cui si celebra la commemorazione dei defunti
i cimiteri cittadini saranno aperti ininterrottamente dalle 8 alle 19

Si avviano a conclusione i lavori di riqualificazione del cimitero di San Vito. L’intervento, nel quale il Comune ha investito complessivamente 1 milione di euro, sarà completato entro l’autunno dopo la pausa per le commemorazioni del 2 novembre. Per rispetto delle celebrazioni dei defunti, infatti, l’amministrazione comunale ha stabilito di sospendere i lavori da oggi 27 ottobre al 7 novembre. Già adesso, comunque, la ditta incaricata ha smontato una parte delle impalcature, permettendo ai visitatori di accedere agevolmente all’area cimiteriale dall’ingresso di via Firenze.

Le opere a progetto, che riguardano in particolare il risanamento conservativo del porticato dell’area monumentale del cimitero, sono state suddivise in due lotti. In questa prima parte dell’intervento, localizzata nella parte sud del complesso monumentale, si sta ultimando il rifacimento e la sistemazione del manto di copertura, oltre alla sostituzione dei pluviali corrosi dagli agenti atmosferici e degli architravi ammalorati. “Le finalità – spiega l’assessore ai Servizi cimiteriali Lorenzo Croattini – sono di garantire la conservazione di un bene storico e architettonico della città e dall’altra di assicurare l’agibilità e la sicurezza dei visitatori”.

Nella seconda fase del progetto, invece, verranno eseguite le opere relative all’area nord. L’area cimiteriale, che si distribuisce su una superficie totale 104.680 metri quadrati, risale al 1807, quando un terreno campestre di San Vito venne adibito a cimitero comunale provvisorio dopo la vendita del terreno dal parte del Monte Napoleone al Comune di Udine. Risale al 1818, invece, la costruzione del complesso architettonico, la cui progettazione venne affidata all’ingegnere architetto Valentino Presani. I lavori di completamento dell’area cimiteriale proseguirono con varie vicissitudini per tutto l’Ottocento e fino al 1902.

Anche quest’anno in occasione della ricorrenza dei defunti l’afflusso dei numerosi visitatori nei cimiteri cittadini sarà agevolato dall’orario continuato di apertura delle aree cimiteriali dalle 8 alle 19. “Come ogni anno – sottolinea Croattini – raccomandiamo i cittadini di non lasciare incustodite borsette e altri oggetti personali al fine di evitare spiacevoli contrattempi derivanti dal grande affollamento che caratterizza queste ricorrenze. In questi giorni, comunque, ci sarà un’intensificazione della sorveglianza in tutti i cimiteri cittadini”. Per quanto riguarda i dati relativi all’attività dei servizi cimiteriali gli uffici del Comune informano di aver registrato complessivamente, in questi primi 10 mesi del 2011 (dati aggiornati al 26 ottobre), 771 sepolture e 864 cremazioni (di cui 295 residenti).