Il Comune investirà complessivamente 700 mila euro

Certificazione Emas, al via
la progettazione per gli edifici comunali

Gli uffici comunali predisporranno un piano di interventi su 19
scuole cittadine, due complessi sportivi e altri tre edifici comunali

Il Comune di Udine metterà a bilancio un investimento di 700 mila euro per garantire il rispetto della certificazione Emas di 19 scuole cittadine, due complessi sportivi e altri tre edifici comunali. L’amministrazione comunale, che dopo aver conseguito, nel corso del 2008, la certificazione del dipartimento Territorio e Ambiente, dà così attuazione all’impegno assunto di portare a registrazione Emas e ISO 140001 l’intero Comune.

Emas, acronimo di “Environmental management and audit scheme” (Sistema di gestione e verifica ambientale), è uno strumento di politica ambientale volontario, applicato in tutta l’Unione Europea, con lo scopo di inserire l’ambiente tra le variabili strategiche di enti e aziende strategiche. Uno strumento che consente di organizzare, migliorare e comunicare le proprie performance ambientali, agendo sulla diminuzione dell’inquinamento ambientale. Basti pensare che il 90% delle imprese non sa che l’inquinamento può costare loro fino al 20% delle spese generali operative. Questo significa che l’applicazione del protocollo Emas consente di generare anche un consistente abbattimento delle spese.

Proprio in quest’ottica la giunta ha dato mandato agli uffici di predisporre i progetti preliminari per l’ultimazione dei lavori di adeguamento finalizzati all’inclusione nel Sistema di Gestione ambientale dell’asilo nido Sacheburache e delle scuole d’Orlandi, Alberti, Pellico, Gabelli, Pecile, Forte, d’Artegna, Fermi, Tiepolo, Ellero, Valussi, Pascoli, Zorutti, Taverna, Benedetti, Alighieri, Julia, De Amicis. A questo elenco si aggiungeranno anche il Castello, la sede della 2^ circoscrizione (via Martignacco), l’immobile che ospita l’accademia Nico Pepe, gli impianti sportivi della 7^ circoscrizione e il campo di calcio Centazzo. Le opere da eseguire consisteranno, a seconda dei casi, in aggiornamenti degli impianti di riscaldamento, interventi edilizi minori e procedimentali per la prevenzione incendi. Gli uffici comunali hanno stimato per il piano di interventi un investimento complessivo di 700 mila euro. Per il Comune questa certificazione rappresenta un’occasione per migliorare le proprie prestazioni ambientali, garantendo nel tempo maggiore qualità ambientale per il territorio e applicando all’amministrazione la stessa impostazione che si vuole incentivare sul territorio.



Tags: