Convenzione tra i tre enti per combattere
la diffusione del tabagismo tra i giovani

Campagna antifumo
con Ass 4 e Air Fvg

Nel corso del 2011 verranno attivate le iniziative
"Un futuro senza fumo" e "Misura il tuo respiro"

Comune, Ass 4 “Medio Friuli” e Air si alleano per combattere la diffusione del fumo in particolare tra i giovani. La giunta ha approvato una bozza di convenzione con la quale l’amministrazione comunale, l’Azienda sanitaria n. 4 e l’Associazione insufficienti respiratori del Friuli Venezia Giulia realizzeranno, nel corso del 2011, i progetti “Un futuro senza fumo” e “Misura il tuo respiro”, due campagne di prevenzione del tabagismo che hanno già riscosso grande successo nelle scorse edizioni e che saranno sostenute da un contributo del Comune di 1.200 euro. “Un futuro senza fumo” è una campagna di sensibilizzazione che punta a promuovere la conoscenza, la sensibilizzazione e la corretta informazione sui temi del tabagismo e dei danni alla salute provocati dal fumo tra i bambini delle scuole primarie e gli adolescenti delle scuole secondarie. Il progetto prevede una serie di incontri, realizzati con modalità adeguate alle diverse fasce d’età e con la collaborazione dei volontari dell’Air e di medici volontari, rivolti alle classi 4^ e 5^ delle scuole primarie, alle classi 1^, 2^ e 3^ delle scuole secondarie di primo grado e 1^ e 2^ delle scuole secondarie di secondo grado. “Misura il tuo respiro” è invece un’iniziativa che offre la possibilità di effettuare test gratuiti delle funzionalità respiratorie (spirometrie), promuovendo la conoscenza e la sensibilizzazione sui temi delle malattie respiratorie anche attraverso la prevenzione. Il servizio gratuito di misurazione delle funzionalità respiratorie ha cadenza mensile ed è svolto da un medico volontario e da un volontario dell’Air, presso il Distretto sanitario di Udine. L’iniziativa si inserisce tra le attività seguite dall’ufficio di progetto “Città Sane”, attivato dal Comune di Udine nel 1995 nell’ambito dell’omonimo programma europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità. In base alle direttive dell’Oms e del Piano regionale per la prevenzione l’amministrazione comunale ha sposato l’adozione di “un approccio multidisciplinare, intersettoriale e interprogettuale che coinvolga prevenzione, cura e controllo, favorendo interventi integrati di prevenzione, promozione della salute, attraverso il coinvolgimento delle Istituzioni, del privato sociale e dei diversi portatori di interesse”.