Presentato il progetto rivolto a ultra 65enni per mantenere attiva la mente

“Camminamenti”,
per invecchiare in salute

Organizzato da Comune, Ass4, associazione Alzheimer, Università, biblioteca,
ludoteca, circoscrizioni e molte associazioni del territorio

Esercitazioni sul linguaggio, sulla memoria, percorsi di logica e matematica, calligrafia o narrazione. E, ancora,  prove ed esercizi di orientamento spazio-temporale, avvicinamento al linguaggio musicale, giochi e molte altre attività. Tutto questo perché la mente, in particolare delle persone anziane, va tenuta in allenamento o, per usare lo slogan scelto dal progetto, va tenuta “in cammino”.

È pronta a partire “CamminaMenti”, l’iniziativa promossa dal Comune di Udine che prevede, a partire dal 18 settembre presso tre circoscrizioni cittadine, numerosi percorsi gratuiti di giochi ed esercitazioni volti a mantenere attiva la mente delle persone anziane. Il progetto è stato presentato mercoledì 12 settembre, nella sede della 6^ circoscrizione alla presenza del sindaco, Furio Honsell, dell’assessore al Decentramento, Enrico D’Este, della responsabile del Distretto sanitario di Udine e coordinatrice del progetto “Città Sane”, Gianna Zamaro, della coordinatrice di “CamminaMenti”, la dottoressa Donatella Basso, dalla presidente dell’associazione Alzheimer di Udine, Mariangela Benedetti Esente, dalla dirigente comunale alle circoscrizioni, Bruna Proclemer, e dal consigliere comunale delegato di quartiere, Carmelo Spiga.

“L’adozione di corretti stili di vita – spiega Honsell – costituisce un’ottima prevenzione e promuove un invecchiamento in salute. Mettere in gioco le funzioni cognitive, infatti, è un obiettivo importante da perseguire, sia per gli effetti positivi che il loro mantenimento comporta, sia come risposta ai timori di decadimento che preoccupano gli anziani. In città – prosegue – una persona su quattro è sopra i 65 anni, una su otto supera i 75 e una su sedici è over 85. Tutto questo dimostra l’importanza di politiche che aiutino a invecchiare in modo sano”.

Con una percentuale di anziani pari al 23,94% della popolazione totale,  Udine risulta una delle città “più anziane” d’Italia. Un dato che conferma, quindi, l’importanza di promuovere corretti stili di vita e iniziative pensate per un “invecchiamento in salute” della popolazione. Senza contare che il 2012 è stato dichiarato dall’Unione europea “Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni”.

Numerosi i partner dell’iniziativa. Il progetto, ideato dalla dottoressa Donatella Basso, è infatti promosso dal Comune di Udine – Progetto O.M.S. “Città Sane”, dall’ASS4 – Distretto di Udine e dall’Associazione Alzheimer e prevede la collaborazione di molti soggetti operanti sul territorio quali biblioteca civica, la ludoteca, le circoscrizioni cittadine, “Amici della Musica”, “Salotto D’Argento”, “Gruppo Noi Psicologi”, “Mathesis”, “Università delle LiberEtà”, associazione “ALICe”, corso di laurea in Infermieristica di Udine e dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’ateneo friulano.

“Il progetto – dichiara l’assessore D’Este – viene finanziato con una parte delle entrate ricevute con il 5×1000 dei cittadini udinesi e verrà svolto, come prima sperimentazione, in 3 circoscrizioni. Sono certo – prosegue – che vista l’importanza e il successo che otterrà, il prossimo anno riusciremo ad estenderlo anche in tutto il territorio comunale”.

Tutti gli incontri, rivolti alle persone ultrasessantacinquenni, sono gratuiti, saranno tenuti da esperti e appassionati presenti sul territorio udinese e si terranno nelle circoscrizioni 1^, 4^ e 6^, presso le sale comunali messe appositamente a disposizione per l’iniziativa. Gli appuntamenti saranno indicativamente 24, con frequenza bisettimanale (ogni incontro durerà circa 2 ore) per un periodo complessivo di circa tre mesi, a partire dalla seconda metà di settembre.

Le fasi ulteriori del progetto prevedono l’estensione dei percorsi anche alle altre 4 circoscrizioni, oltre al proseguimento delle attività in quelle iniziali, e l’arricchimento delle collaborazioni e dei percorsi offerti. Ma “CamminaMenti” vuole essere innanzitutto un’iniziativa volta a stimolare l’inclusione sociale e l’arricchimento reciproco, sfruttando le risorse disponibili all’interno della comunità, per valorizzare le esperienze e le abilità delle persone, in particolar modo di quelle anziane, che rappresentano un capitale sociale inestimabile per la nostra comunità. Ecco perché saranno gradite proposte e suggerimenti anche da cittadini appassionati che vogliano mettere a disposizione del progetto le proprie abilità o esperienze e proporsi per la conduzione di qualche percorso.

“Il progressivo allungamento della vita – spiega ancora il primo cittadino – ci pone di fronte alla necessità di adottare stili di vita che permettano un invecchiamento in salute. Questo non vale soltanto per le nostre condizioni fisiche, ma anche per la nostra mente e per le nostre capacità cognitive. Con l’avanzare dell’età può succedere, infatti, di non ricordare un numero di telefono, il nome di una persona, qualcosa da comperare. Questo ci preoccupa e ci chiediamo se la nostra memoria e tutte le altre capacità cognitive non possano essere mantenute in buone condizioni il più a lungo possibile. E gli studi scientifici – conclude – ci dicono che fare ginnastica mentale, mettere in cammino la nostra mente, oltre che il nostro corpo, fa bene ed è di aiuto al buon mantenimento e al potenziamento delle nostre abilità e funzioni cognitive del cervello”.

Tutti i corsi prenderanno avvio entro la fine del mese. Per informazioni è possibile contattare gli uffici “Città Sane” del Comune di Udine (0432 271384 / 271485) o di “No alla Solit’Udine” (numero verde 800 201922, dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30). Per iscrizioni, o informazioni, (sarà possibile iscriversi fino alla prima settimana dall’inizio delle lezioni) è possibile invece contattare l’associazione Alzheimer (0432 25555), la Cooperativa Pervinca (0432 1740123) o l’associazione Judinsi (0432 233756)

 

 

TABERLLA RIASSUNTIVA PERCORSI PROPOSTI

 

ASSOCIAZIONE

PERCORSO

PROPOSTA

ORE LEZIONE

Amici della Musica Musica Musicalmente

Avvicinamento al linguaggio musicale, riattivazione della memoria personale

(canzoni e musiche nei ricordi), avvicinamento all’uso di uno strumento.

18 ore
Alice Calligrafia “Calligrafia… ll nuovo modo di autografare la vita”

Ricominciare, con l’uso della penna e del calamaio, a scrivere bene, tenendo in

considerazione tutti gli elementi della scrittura leggibile.

Allenare la fluidità di un gesto “naturale”: lasciare un segno. Il ricordo personale

dei primi tentativi.

15 ore
Noi psicologi Memoria “Mnemosine”

Conoscere le forme della memoria per migliorarla. Come memorizzare numeri,

parole, volti, luoghi; come organizzare impegni futuri in modo adeguato. Le

tecniche e i metodi da usare nella vita quotidiana.

15 ore
Mathesis Matematica e logica “Storie di numeri”

L’uso nei secoli delle tecniche di calcolo e lo sviluppo del concetto di numero. La

manualità ed il corpo nei calcoli per favorire la consapevolezza dei passaggi dal

concreto all’astratto. L’uso dell’abaco.

18 ore
Amici del Salotto d’Argento Burraco “Burraco: strategia in gioco”

Un gioco di carte che appassiona: le regole, le strategie richiedono la messa alla

prova della memoria di lavoro, dell’immaginazione, della flessibilità per adeguarsi

al gioco del partner e degli avversari.

 

 

 

15 ore
Università delle Liberetà del Fvg Lingua straniera “Parole in prestito”

Un manuale d’istruzione, un telecomando, un elettrodomestico ci mette di fronte

alla necessità di comprendere parole straniere. Impararle ci può essere utile.

Anche le canzoni e i film che ci riportano indietro nel tempo sono ricchi di

espressioni da riconoscere. Le misure di peso e volume al di là dell’oceano:

proviamo ad usarle.

15 ore
Corso di laurea in Infermieristica – UniUd Psicologia Il cervello dell’uomo: evoluzione e funzionamento.

Informazioni (con esempi e su percezione, memoria, linguaggio, funzioni logiche

e di ragionamento, attenzione e concentrazione, emozioni ed affettività.

18 ore
Ludoteca Giochi ed enigmistica “Se non si gioca, si invecchia”

Giochi di strategia, di logica, di abilità, linguistici ed enigmistici, numerici. La

cultura ed il gioco, diversità e ricchezze nel tempo e nella storia.

15 ore
Biblioteca Linguaggio Prove di narrazione

La lettura e la narrazione (di sé e degli altri). Riattivando immaginazione ed

espressione si potenziano il lessico ed il linguaggio dell”esperienza

personale e delle emozioni. Si fanno riaffiorare i ricordi.

15 ore
       
TOTALE   Durata: 72 (24 x 3 circoscrizioni) incontri per 12 settimane. 144 ore