Incontro a Milano tra l’assessore
Giacomini e l’omologo milanese Tajani

Buone pratiche innovative ed Expo 2015,
Udine e Milano fanno sinergia

La collaborazione tra i due enti potrebbe comprendere anche
la pianificazione di sinergie per l’Expo milanese del 2015

Scambio di buone pratiche innovative, confronto sulle politiche per il lavoro e per lo sviluppo economico dei rispettivi territori, ma anche pianificazione di possibili sinergie in vista dell’Expo del 2015. Su queste basi i Comuni di Udine e Milano hanno aperto, nel corso di un primo incontro avvenuto a Milano mercoledì 11 dicembre tra l’assessore all’Innovazione e allo Sviluppo economico del capoluogo friulano, Gabriele Giacomini, e l’assessore al Lavoro, allo Sviluppo economico, Università e ricerca del Comune di Milano, Cristina Tajani, un rapporto di collaborazione nel quale potrebbe rientrare anche l’Expo del 2015.

“Udine e il suo territorio guardano a Milano come a un modello per l’innovazione e lo sviluppo – spiega Giacomini –. Fare rete, avviare progetti congiunti e attivare canali per lo scambio di buone pratiche amministrative è la prima fondamentale innovazione. Per fare della crisi un momento di transizione verso un modello di sviluppo più sostenibile e più partecipativo è necessario aprirsi e confrontarsi con le realtà più importanti, anche e soprattutto italiane. Questo primo incontro pone solide basi per una collaborazione sempre più stretta fra Udine e Milano, una delle realtà più all’avanguardia del nostro Paese”.

Un rapporto di collaborazione fondato in particolare sullo scambio di buone pratiche innovative. Come quelle che Udine ha sperimentato con Epart e Openmunicipio, esperienze di partecipazione e trasparenza che l’assessore Giacomini ha presentato al collega milanese nel corso dell’incontro. Un secondo filone di argomenti ha riguardato invece il tema dello sviluppo economico dei rispettivi territori, con possibili progetti congiunti nel settore delle politiche del lavoro in particolare attraverso il coworking. La collaborazione tra i due enti potrebbe comprendere anche la pianificazione di sinergie per l’Expo milanese del 2015. “Stiamo valutando la possibilità attivare progetti comuni in vista del 2015 – sottolinea Giacomini –. Sarebbe molto importante che le aziende friulane potessero cogliere delle opportunità di promozione, sviluppo e internazionalizzazione da questo grande evento di portata mondiale”.