A partire da venerdì 3 giugno
per l'inaugurazione della mostra sul Tiepolo

Autobus, torna
la navetta gratuita per il castello

Il Comune ha concordato con Saf anche l'attivazione di alcune
corse supplettive tra via Buttrio e la stazione ferroviaria

Torna anche quest’anno la navetta gratuita che da piazza Libertà sale fino al castello di Udine. Il servizio, particolarmente apprezzato negli scorsi anni, verrà infatti ripristinato dall’assessorato alla Mobilità con il coinvolgimento di Saf.

La linea partirà venerdì 3 giugno in occasione dell’inaugurazione della mostra sul Tiepolo con corse dalle 16 alle 19. Da sabato 4 giugno, invece, prenderà il via il normale orario che prevede per un anno alcune corse ogni sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 (ultima salita alle 12.15) e dalle 15.30 alle 18.30 (ultima salita alle 18.15).

Sempre nella stessa seduta di giunta, inoltre, è stato dato il via libera all’istituzione di alcune corse suppletive tra via Buttrio e la stazione ferroviaria per rispondere alle richieste dei residenti. Corse interamente finanziate dal Comune con un investimento di 21 mila e 800 euro.

A partire dal 3 giugno, quindi, dalla stazione partirà una corsa alle 9 per arrivare al civico 176 di via Buttrio alle 9.10 e tornare quindi indietro. Una seconda corsa, invece, partirà alle 17 con gli stessi tempi di percorrenza e ritorno. Dal nuovo anno scolastico, inoltre, sarà attiva una corsa con partenza alle 7.19 da via Buttrio 176 con arrivo alle 7.45 in viale Monsignor Nogara e un’altra con partenza alle 13.10 da via Muris ed arrivo in via Buttrio 128 alle 13.40. “Il servizio – commenta l’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza –, sarà comunque soggetto a un monitoraggio per verificare l’effettivo gradimento da parte dell’utenza”.

Con questo decisione, il Comune intende offrire un servizio aggiuntivo sia agli studenti, che così potranno raggiungere direttamente il centro studi di via Renati e di via Leonardo da Vinci con un vero e proprio scuolabus, sia ai residenti per offrire un collegamento con la stazione ferroviaria. Questo in aggiunta alle corse della linea 12 che già dall’11 aprile sono garantite dalla Provincia.