Martedì 13 alle 18 al bar “Yellow pecora” al polo universitario dei Rizzi

Associazionismo e social network:
i tanti modi di “esserci” dei giovani

Proseguono gli appuntamenti organizzati dalle Officine giovani del Comune
in collaborazione con ateneo ed Erdisu di Udine

Che cosa chiedono i giovani alle istituzioni per poter essere autonomi? Che mezzi hanno per esprimersi? Quale ruolo nella formazione di cittadini attivi rivestono la scuola e le istituzioni? A queste e ad altre domande si tenterà di dare un risposta, martedì 13 aprile alle 18, nel corso del secondo appuntamento organizzato dalle Officine Giovani del Comune di Udine

con la partecipazione della cooperativa sociale Aracon e la partecipazione dell’Erdisu e l’ateneo friulano. All’appuntamento, intitolato “Da Dis-attivi ad attivi. I giovani e le istituzioni – rappresentanze giovanili nel rapporto con una società adulto-centrica” e che si terrà al bar “Yellow pecora”, adiacente alla mensa universitaria del polo dei Rizzi, interverranno Andrea Sacco dell’Associazione ACMOS di Torino, che porterà la propria esperienza sul tema della rappresentanza/rappresentatività giovanile studentesca e sui percorsi di cittadinanza attiva realizzati con i giovani. Sarà anche presente un rappresentante di “Terra del Fuoco”, associazione che appartiente alla rete europea “Flare” per allargare i confini della cittadinanza in chiave europea con un’esperienza di impegno civile internazionale. Accanto ai relatori, associazioni e gruppi giovanili udinesi animeranno il dibattito per trovare una risposta al quesito “Perché e come cercare spazi di partecipazione oggi per i giovani?”

Il ciclo di incontri, che si concluderanno il 20 aprile con il tema “Da you a Europe”, è organizzato nell’ambito della sperimentazione dei Piani Locali Giovani, promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la collaborazione dell’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani e la Rete Iter.

Per motivi organizzativi è preferibile confermare la propria adesione alla segreteria delle Officine Giovani telefonando allo 0432-541975 o inviando una email all’indirizzo giovani@gmail.com. L’incontro è a partecipazione libera e sarà seguito da un aperitivo.