Un progetto da 400 mila euro reso possibile
dai primi finanziamenti regionali alle Uti

Asfaltature, via libera
agli interventi sul ring occidentale

Honsell: «Nei prossimi mesi investiremo complessivamente 3 milioni di euro sulle
asfaltature dei viali del ring e delle strade residenziali, così come sulle vie in porfido»

asfaltatureProsegue l’iter progettuale del maxi-piano asfaltature che nei prossimi mesi porterà alla riqualificazione di un’ampia parte dei viali del ring. Nella seduta di martedì 8 agosto la giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza, il progetto definitivo-esecutivo relativo al riatto di sette strade nell’area del ring occidentale per una spesa complessiva di 400 mila euro. Si tratta di via Caccia (tratto da via Bernardinis a piazzale Osoppo), via Bassi (tratto da piazzale Diacono a via Malignani), piazzale Diacono (passaggi pedonali delle confluenze al piazzale), via Marco Volpe (tratto da via Politi a via Micesio), via Marangoni (tratto tra piazzale Cella e via Andervolti), piazzale Cella (rotatoria grande, lato via Grazzano, tratti delle bretelle di collegamento tra le due rotonde), via Tullio (tutta la corsia ovest). «Questo lotto di interventi è reso possibile anche dai primi finanziamenti regionali alle Uti – spiega il sindaco di Udine, Furio Honsell –. Un primo risultato di quello che sarà un vero e proprio sistema integrato delle opere pubbliche definito d’intesa anche con gli altri Comuni dell’Unione del Friuli Centrale. Nei prossimi mesi investiremo complessivamente sulla viabilità 3 milioni di euro, mentre se consideriamo i due mandati la nostra amministrazione ha realizzato oltre 10 milioni di euro di asfaltature, con una media di 1 milione l’anno, nonostante le difficoltà per gli appalti e i vincoli del patto di stabilità».

Gli uffici comunali sono intanto al lavoro per la gara dell’altro lotto di interventi di riqualificazione dei viali del ring. Nei prossimi mesi, infatti, grazie a un contributo regionale di 1,1 milioni di euro, saranno interamente riasfaltati viale XXIII Marzo, viale Trieste e via Cividale (fino all’incrocio con via Fruch), mentre sarà riqualificata la pavimentazione in porfido di via Poscolle e saranno eseguiti interventi di asfaltatura a caldo su alcuni tratti minori. In questo pacchetto di opere rientrerà anche la realizzazione di una pista ciclabile che collegherà Udine e Feletto, grazie al recupero del vecchio sedime nella strada bianca che da via Friuli conduce alla rete ciclabile di Tavagnacco, attraversando via Feletto e il sottopasso ciclopedonale della Gran Selva.

A tutto ciò va aggiunto che l’amministrazione comunale si prepara a intervenire anche con una serie di asfaltature delle strade residenziali della città. Quest’ultima parte di lavori, per i quali è in corso la fase di progettazione, sarà finanziata con fondi comunali per 1 milione di euro, stanziati grazie all’avanzo di bilancio. «È un piano di asfaltature che mira a chiudere la riqualificazione del ring e delle principali vie di accesso a Udine – sottolinea l’assessore Enrico Pizza –. Desidero ricordare, infatti, le asfaltature già svolte sul ring di viale San Daniele, viale Ledra, via Micesio e viale delle Ferriere, insieme a quelle recenti di via Renati e viale Tricesimo. Chiudiamo quindi il mandato con un investimento importante sulla viabilità, in linea e a completamento di quanto fatto in questi 10 anni».

Per quanto riguarda la manutenzione di manti stradali in porfido va ricordato che oltre a via Poscolle è in corso la progettazione per uno specifico lotto da mezzo milione di euro di cui faranno parte via Grazzano (tratto da piazzale Cella a via della Cisterna), via San Francesco e tratti di via Aquileia, via Gemona e via Superiore. È inoltre in partenza la gara per i lavori dell’acciottolato di via Tomadini per un importo di 170 mila euro.

 

#news