Mercoledì 16 ottobre alle 18
nella sala Corgnali della biblioteca

Antonio De Lucia presenta
il libro “Se questo è un ragazzo”

Nuovo appuntamento con il ciclo
di incontri “Dialoghi in Biblioteca”

Proseguono gli appuntamenti della rassegna “Dialoghi in Biblioteca”, organizzata dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura. Mercoledì 16 ottobre alle 18 la sala Corgnali della biblioteca, in Riva Bartolini, ospiterà la presentazione del libro “Se questo è un ragazzo” di Antonio De Lucia, recentemente pubblicato da Kappa Vu. Dialogheranno con l’autore il giornalista Paolo Medeossi e il critico letterario Mario Turello.

Il volume presenta diciassette “racconti di formazione”, in un Friuli degli anni Cinquanta. Un bambino, un ragazzo, con i suoi giochi e la sua scoperta del mondo, che gli si presenta nell’aspetto della fiaba vissuta, popolata dagli esseri straordinari della mitologia friulana, nell’aspetto eroico della lotta partigiana, ancora viva nella memoria dei genitori, ma anche in quello del dramma familiare dell’internamento del padre nel campo di Dachau. Attraverso i giochi, in un ambiente orgogliosamente proletario, negli spazi immensi e “rischiosi” concessi ai bambini del tempo, si forma la personalità del ragazzo e poi dell’uomo, la sua voglia di capire, di partecipare alle lotte della sua generazione. Si forma soprattutto, alimentato da una naturale predisposizione al narrare, il suo amore per la parola.

Antonio De Lucia è nato a Cividale nel 1945. Appassionato di teatro ma da sempre meccanico di professione, ha – come ha scritto Paolo Medeossi nella presentazione al libro – una “capacità rabdomantica di assorbire gli umori dell’ambiente (…) favorito dal fatto di essere appunto un ‘napoletanàt’, come lo chiamavano a Udine negli anni Cinquanta, ovvero figlio di un papà napoletano e di una mamma cividalese”. Singolare interprete di Eduardo, Lorca e Ippolito Nievo assieme a suo fratello Vanni, attore, vive a Udine da quasi sessant’anni.