Online sul sito internet del Comune la sezione per il libero
accesso a tutte le informazioni della pubblica amministrazione

Anche il Comune di Udine
è una “Amministrazione trasparente”

Giacomini: “L’amministrazione Honsell è sempre stata sensibile
al tema della trasparenza spesso anticipando addirittura i tempi”

Visualizzare e scaricare informazioni come i curricula, i compensi o i premi di produzione conferiti ai dirigenti, i tassi di assenza del personale, le consulenze e gli incarichi affidati a professionisti esterni, ma anche gli appalti di tutti i lavori pubblici, i servizi e le forniture. Da oggi i cittadini che intendono seguire l’attività di governo del Comune di Udinehanno a disposizione un nuovo, importante strumento. Si chiama “Amministrazione Trasparente” ed è una sezione online ad accesso libero, raggiungibile dalla home page del sito internet di palazzo D’Aronco www.comune.udine.it, che la nuova normativa sulla trasparenza richiede a tutte le Pubbliche Amministrazioni così come espressamente definito dal Decreto legislativo n. 33/2013.

“Il fatto che oggi il legislatore imponga una maggiore trasparenza per assicurare a tutti i cittadini l’accesso alle informazioni delle pubbliche amministrazioni – dichiara l’assessore all’Innovazione, alla Trasparenza e partecipazione, Gabriele Giacomini – conferma che Udine ha precorso i tempi, individuando la strada giusta per stabilire un corretto dialogo con il cittadino, ovvero rendere conto della ‘buona’ gestione della città e della qualità dei servizi erogati”.

Accedendo alla sezione appositamente creata sul sito dell’amministrazione comunale di Udine si possono visualizzare e scaricare informazioni quali curriculum, compensi e premi ai dirigenti, tassi di assenza del personale, consulenze e incarichi a professionisti esterni, appalti di lavori pubblici, servizi e forniture. I dati sono pubblicati in formato aperto (i cosiddetti opendata), un ulteriore passo avanti verso la completa trasparenza delle pubbliche amministrazioni perché questi dati possono essere elaborati da associazioni, istituzioni di ricerca, media, partiti e movimenti politici, ma anche da singoli cittadini, per analizzare criticamente la gestione della cosa pubblica o utilizzare i dati a vantaggio della comunità.

“L’amministrazione Honsell – evidenzia ancora Giacomini – è sempre stata sensibile al tema della trasparenza, rispondendo in maniera più che tempestiva agli obblighi di legge. Spesso ha anticipato i tempi pubblicando ancor prima e al di fuori degli obblighi di legge molte informazioni sugli organi politici del Comune, come ad esempio le indennità percepite da assessori e consiglieri comunali. Infine, con il progetto Open municipio è stato compiuto anche un passo in più, promuovendo la partecipazione del cittadino che può seguire online l’iter delle proposte di deliberazioni di consiglio e di giunta e intervenire con propri commenti e osservazioni”.