A partire da lunedì prossimo 10 marzo presso la segreteria generale

Amga-Hera, documenti a disposizione
di tutti i consiglieri comunali

Honsell: “Molti i documenti a disposizione tra cui quello della A.T. Kerney che rappresenta
la più esaustiva e analisi comparativa delle possibili opzioni sul futuro di Amga”

“Adesso che sono stati completati e messi a punto, tutti i documenti per il consiglio comunale vengono ora messi a disposizione dei consiglieri per questa importante proposta di fusione tra Hera ed Amga, in modo tale che si possa arrivare in tempo alla valutazione dei documenti stessi e della proposta. Una proposta che, come avevo avuto modo di dichiarare già a gennaio scorso, avevamo in mente di portare in discussione entro marzo.Per questo rispedisco al mittente le affermazioni di chi sostiene sia stata un’imposizione del presidente di Hera che avrebbe voluto dettare l’agenda del consiglio comunale di Udine a cui spetta, sempre e comunque, la sovranità di ogni scelta”.

Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, annuncia la decisione di mettere a disposizione di consiglieri comunali, già a partire da lunedì prossimo, 10 marzo, tutta una serie di documenti redatti nel percorso relativo alla proposta di fusione di Hera con la municipalizzata del gas e servizi Amga spa.

“Tra i molti documenti che i consiglieri avranno a disposizione – spiega Honsell – ce ne sono alcuni particolarmente importanti come ad esempio quello della A.T. Kearney, che rappresenta la più esaustiva e dettagliata analisi comparativa delle possibili opzioni sul futuro di Amga. Si tratta di un documento redatto da una delle più importanti società di consulenza strategica aziendale al mondo e pone in maniera dettagliata quali siano i rischi o i vincoli di procedere da soli e l’analisi di quali possano essere i partner in una eventuale aggregazione”.

Tra i documenti che i consiglieri comunali troveranno da lunedì presso gli uffici della segreteria generale del Comune ci saranno le relazioni del consiglio di amministrazione di Amga, la fairness opinion, ovvero il parere di congruità sul concambio, redatta da Ernst & Young, lo studio redatto dalla A.T. Kearney per il cda di Amga sull’opportunità della fusione, l’accordo industriale e il patto parasociale tra Comune di Udine ed Hera nonché la lettera in cui Hera precisa il contenuto della clausola di salvaguardia occupazionale. “Un testo – chiarisce ancora il primo cittadino –  in cui non solo vengono garantiti i livelli occupazionali per tutti i lavoratori di Amga che operano sul territorio, ma viene anche confermata la loro attuale sede di lavoro”.



Tags: