Dall’8 al 10 luglio nell’ambito di UdinEstate

Al via la tre giorni
con il Giro d’Italia d’Epoca

Anche quest’anno Udine ospita una frazione della gara ciclistica nazionale
riservata alle bici d’epoca, all’interno di una 3 giorni di iniziative e avvenimenti

Con l’inaugurazione della mostra di bici, moto e auto d’epoca, in programma per venerdì 8 luglio alle 19 in piazza Duomo, si apre la tre giorni del Giro d’Italia d’Epoca, la manifestazione ciclistica dedicata agli appassionati delle “due ruote storiche” che fino al 10 luglio farà tappa a Udine nell’ambito di un evento inserito nel programma di UdinEstate. Anche quest’anno il capoluogo friulano ospita infatti una frazione della gara ciclistica nazionale riservata alle bici d’epoca, all’interno di una tre giorni di iniziative e avvenimenti dedicati a bambini e adulti. Momento clou della manifestazione, organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica K2, sarà la “K2 CicloStorica”, la cicloturistica a velocità controllata di 80 chilometri per bici d’epoca in programma domenica 10  luglio alle 9 che partendo da piazza Duomo a Udine attraverserà Tavagnacco, Reana, Tarcento, Artegna, Gemona, Trasaghis, Cornino, Susans, Mels, Brazzacco, per concludersi infine in via Mercatovecchio. “È un avvenimento di respiro nazionale – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell – che arricchisce le iniziative dell’estate udinese e che può rappresentare per molte famiglie italiane e non solo un’occasione in più per visitare e conoscere Udine”.

La gara, che sarà valida come settima tappa del Giro d’Italia d’Epoca, è aperta a tutti i corridori con biciclette costruite prima del 1986. Per essere ammesse alla corsa le bici devono avere i comandi cambio sul telaio, i pedali con gabbietta non automatici e le leve dei freni esterne al manubrio. Se possibile, inoltre, l’abbigliamento del ciclista deve essere coerente con l’epoca della bicicletta, tanto che l’attrezzatura in dotazione è oggetto di valutazione e contribuisce a formare il punteggio da assegnare al corridore. Così il pregio della maglia può portare diversi punti, anche a seconda del livello di conservazione e della sua qualità. Allo stesso modo vengono valutati i guanti, gli occhiali, il cappellino, le scarpe, le calze. Prima della partenza della gara, quindi, il partecipante dovrà far valutare bici e abbigliamento dall’apposita giuria. La valutazione determinerà il punteggio che sarà attribuito al ciclista una volta portato a termine il percorso. Non si tratta quindi di manifestazioni competitive perché le classifiche non riguardano i tempi di percorrenza ma la valutazione del tipo, della marca e del periodo storico di costruzione della bicicletta, cui deve essere collegato l’abbigliamento del corridore. “Oltre a essere un motivo di attrazione turistica – osserva l’assessore allo Sport Kristian Franzil – questo evento offre ai cittadini tre giorni di iniziative e di sport trasformando la città in un piccolo museo all’aperto della bicicletta”.

Un avvenimento sportivo con queste caratteristiche non poteva che avere come testimonial un personaggio storico del ciclismo. Ecco perché l’ospite d’onore della manifestazione sarà Maurizio Fondriest, campione del mondo di ciclismo su strada che sarà ospite della manifestazione partecipando alle iniziative di sabato e domenica e in particolare alla CronoVip di sabato 9 luglio alle 19 con partenza da via Mercatovecchio.

Nato nel 2010 per raggruppare e coordinare le principali cicloturistiche dedicate alle bici d’epoca in Italia, il Giro d’Italia d’Epoca rappresenta, oltre che una competizione per appassionati, un’occasione per fare una pedalata in mezzo alla natura con un’organizzazione che garantisce anche punti di ristoro e iniziative collaterali.

Il programma. A Udine la manifestazione si aprirà venerdì 8 luglio alle 19 con l’inaugurazione della mostra di bici, moto e auto d’epoca allestita in piazza Duomo. Sempre venerdì, giornata in cui è in programma anche la Notte Bianca, alle 21 in piazza Duomo si svolgerà uno spettacolo di benvenuto presso una struttura di accoglienza appositamente predisposta. In quest’area, nel corso della manifestazione, accederanno i mezzi storici dell’organizzazione quali ammiraglie, staffette, auto di servizio d’epoca. Anche sabato 9 luglio saranno diverse le iniziative per gli appassionati delle due ruote, a partire dalla “K2 MiniBici” (alle 18 in piazza Venerio), la corsa aperta a tutti i bambini dai 6 ai 12 anni. Sempre sabato 9 alle 19 sono in programma la “K2 CronoStorica”, una cronometro individuale di 2,5 chilometri che farà da anteprima alla gara di domenica, e a seguire la “K2 CronoVip”, gara che si sviluppa su un tracciato ridotto da percorrere con un’andatura stabilità dall’organizzazione, circa 20 chilometri all’ora. La bici da utilizzare in questo caso è una normale bicicletta da città con freni a bacchetta. Un certo numero di mezzi sarà messo a disposizione dall’organizzazione.

Per la “K2 CicloStorica” sarà possibile iscriversi direttamente anche sabato 9 luglio dalle 18 alle 21 e domenica 10 luglio dalle ore 7.30 alle 8.30 presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo. La quota di partecipazione è di 20 euro. I partecipanti riceveranno il numero dorsale, un oggetto ricordo della CicloStorica, la colazione prima della partenza, il ristoro di metà corsa e un buono per il “pasta party” all’arrivo. Per quanto riguarda invece la CronoStorica di sabato 9 luglio ci si può iscrivere il giorno stesso della manifestazione presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo a partire dalle 17 (quota di partecipazione 5 euro). Per informazioni: a.s.d. G.S. K2 Udine, in via Bernardinis 141, tel. 347 9655802, email info@gsk2.it, www.gsk2.it.