In esposizione nelle nuove sale
dei Civici Musei del Castello

Al museo del Risorgimento
il diorama della battaglia di Montebello

Realizzato da Fabio Fiorentin e Enrico Zamparutti, il plastico
riproduce la celebre battaglia combattuta nel 1859

La battaglia combattuta a Montebello il 20 maggio 1859 è stata la prima di una certa importanza tra gli alleati franco-piemontesi e l’imperial-regio esercito nel corso della Guerra d’Italia. Ed è proprio la famosa battaglia del comune lombardo, preludio dell’unificazione d’Italia, ad essere stata raffigurata nel diorama (plastico) in scala ridotta in esposizione al Museo del Risorgimento al castello di Udine.

L’ambientazione in scala, realizzata da Fabio Fiorentin ed Enrico Zamparutti in tre anni di lavoro in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, è ora rientrata a Udine dopo una serie di esposizioni in alcune località coinvolte nelle vicende risorgimentali del 1859 e fa bella mostra di sé nelle sale del Risorgimento. Un modo per “entrare” nella dinamica di azioni di strategia bellica nello scenario originario.

L’utilizzo di miniature in piccola scala ha consentito di ricomporre su una superficie di circa 6 mq quasi l’intero campo di battaglia che si estendeva per quasi dieci chilometri, così da offrire una rappresentazione credibile delle dimensioni delle unità coinvolte nello scontro e dei luoghi attraversati dai combattimenti. Nel plastico si possono così ammirare la cittadina di Montebello con la sua chiesa e il cimitero, caposaldi della difesa austriaca; la collina di Genestrello con i suoi vigneti e la chiesa presso cui perse la vita il comandante di “Monferrato” conte Morelli di Popolo, eroe della giornata per i Piemontesi, le cascine che costellavano la pianura.

Grazie alla collaborazione del Comune di Montebello, che – assieme al Comune di Biella – ha patrocinato il progetto, è stato possibile utilizzare planimetrie dettagliate della zona interessata dai combattimenti, nonché di documentazione sull’aspetto del territorio, sulle tipologie degli edifici e sulle colture agricole relative al periodo della battaglia.

Il diorama sarà prossimamente presentato dagli autori, ma già da ora appassionati e studenti possono ammirare quest’opera di notevole impatto visivo e di coerente ricostruzione storica.

Il Museo del Risorgimento è aperto, come tutte le altre sale dei Civici Musei del Castello, da martedì a domenica dalle 10.30 alle 17.00. Per informazioni: 0432 271591