Mercoledì 11 luglio
fino alle 2 di notte

A Udine è in arrivo
la Notte Bianca

Musica e balli nelle piazze Matteotti e Venerio, via Mercatovecchio
e sul piazzale del Castello. Bambini protagonisti in piazza XX Settembre

Mercoledì 11 luglio la notte udinese si tinge di bianco. È ormai tutto pronto per l’edizione 2012 della Notte Bianca, l’atteso appuntamento diventato negli anni un evento che richiama in città migliaia di udinesi e non solo fino a notte fonda.

Ricco il programma messo a punto dal Comune in collaborazione con un vero e proprio pool di enti, associazioni e realtà del territorio come Confcommercio, Confartigianato, Cna, Ssm, Fvg Mitteleuropa Orchestra, Sistema Museo, Circolo fotografico friulano, Fai, Itineraria, Ideatrucco, Asd “Danza dalla A alla Z”, Asd GS “K2”, Asd “DreamersFvg”, Kaartik, Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe e Croce Rossa Italiana. Senza contare i numerosi esercenti e commercianti che partecipano all’iniziativa pensata anche per promuovere la stagione dei saldi.

I musei saranno aperti fino alle 23 con apposite visite guidate anche nei luoghi solitamente non accessibili al grande pubblico come le carceri del castello, o come la visita teatralizzata di Marina de Juli alla mostra sui dipinti di Dario Fo a Casa Cavazzni. E, ancora, piazze e vie del centro storico saranno “invase” fino alle 2 di notte da concerti per tutti i palati, dalla classica al jazz, ma ci sarà spazio anche per la danza, animazioni per bambini e shopping. Il tutto con i parcheggi in struttura aperti e gratuiti tutta la notte.

Per quanto riguarda i luoghi, la Notte Bianca si concentrerà nelle piazze XX Settembre, Matteotti, Duomo, Venerio, piazzale del castello e in via Mercatovecchio, che diventerà una vera e propria piazza musicale con concerti dal vivo eseguiti da un palco allestito a fianco della Loggia del Lionello. Ma sarà festa anche alla Ludoteca comunale in via Del Sale, in corte Morpurgo, nella chiesa di San Pietro Martire e in via Savorgnana. Senza contare i principali musei cittadini.

Di seguito i programmi dettagliati per quanto riguarda la musica, le offerte dei musei, le proposte per i bambini e la mappa dei parcheggi gratuiti.

LA MUSICA

Dalla più bella musica italiana proposta in un aperitivo “lungo” in piazza Matteotti prima del grande spettacolo di trasformismo di “Mt Live” (applauditissimo durante la scorsa edizione di Friuli doc) all’ampio repertorio del Fvg Gospel Choir sul colle del castello, fino alle cover de “I Muppets” nel nuovo palco allestito in via Mercatovecchio, che per una notte si trasformerà in una vera e propria piazza del centro storico, oltre alle esibizioni di “Azzurra dance” con tanti generi musicali da ballo.

È questo il programma pensato dalla Pregi srl di Renato Pontoni che ha curato il programma di allietamento musicale nel centro storico. In piazza Matteotti, grazie anche al contributo di molti esercenti della piazza, lo start alla musica arriverà alle 21.30 con un aperitivo lungo al ritmo della musica italiana con dj set. Alle 23, invece, sarà la volta dello spettacolo di “Mt Live”. Il cantante – trasformista Michele Tomatis, presenterà la sua nuova creazione, “Virtual Machine”, oltre 90 minuti di spettacolo duettando, cantando e ballando con centinaia di cloni virtuali. Nel Piazzale del castello, invece, alle 23 sarà la suggestiva cornice per il concerto del Fvg Gospel Choir, 9 cantanti, 7 archi, 3 fiati tre fiati con chitarra elettrica, pianoforte/tastiere, basso elettrico  e batteria per un totale di 23 elementi. Una vera e propria macchina da spettacolo, che esegue brani di Queen, Bee Gees, Abba, Madonna, Michael Jackson, Elvis, Stevie Wonder, Pink Floyd, tanto per citarne alcuni. Altro luogo deputato alla musica sarà via Mercatovecchio con un palco allestito a lato della Loggia del Lionello. Qui, alle 23 “I Muppets” cattureranno il pubblico con una serie di cover di successo, dai classici brani disco anni ’70 ai successi dance degli ultimi anni, ovviamente senza tralasciare le più celebri canzoni italiane o le più gettonate hit del momento. Sotto la Loggia del Lionello andrà di scena alle 21 l’esibizione della scuola di ballo “Azzurra danze” con molteplici generi musicali. In piazza Venerio alle 22 si esibiranno i Carnicats, portati alla Notte Bianca all’interno del programma di Homepage. Spazio anche alla musica classica con la Fvg Mitteleuropa Orchestra, diretta dal Maestro Paolo Paroni, che nella chiesa di san Pietro Martire (via Valvason) proporrà un concerto su musiche di Beethoven. Dalle 21.30, infine, in via Savorgnana i ballerini di “Dna Danza la Danza” si esibiranno in numeri di break dance e hip hop.

LE MOSTRE E LE VISITE GUIDATE AI MUSEI

La Notte Bianca non è solo musica, ma anche e soprattutto cultura. Per valorizzare i tesori della città, infatti, i Civici Musei del Castello, Casa Cavazzini, la Galleria Fotografica Tina Modotti e le Gallerie del Progetto di palazzo Morpurgo saranno aperti dalle 20 alle 23, con un ricco programma di visite guidate anche nei luoghi solitamente non aperti al grande pubblico come le carceri del castello. Si potranno visitare in notturna anche le straordinarie opere di Dario Fo a Casa Cavazzini attraverso una visita guidata teatralizzata (inizio alle 21.30) della storica collaboratrice del maestro, l’attrice Marina de Juli, e le collezioni dei Civici Musei del castello. Alla Galleria Fotografica “Tina Modotti” si potranno ammirare le opere di Loretta Cappanera, mentre a palazzo Morpurgo verrà allestita la mostra fotografica “Udine di notte”, un viaggio (a cura del Circolo fotografico friulano) attraverso le più suggestive immagini del capoluogo friulano in notturna. Nella corte di palazzo Morpurgo sarà di scena l’arte “in progress”, uno spettacolo curato da Sistema Museo in cui la musica, la recitazione e la danza, grazie al movimento corporeo, creeranno un vero e proprio dipinto in divenire che si arricchirà e si trasformerà ad ogni ripetizione della performance. Nell’androne dello stesso palazzo, invece, è in programma una dimostrazione della stampa calcografica con artisti che illustreranno didatticamente i vari passaggi e procedimenti della tecnica incisoria, disegnando, dipingendo e stampando di fronte agli spettatori.

Nelle varie sedi museali, infine, alla consueta visita si accompagnerà la visione del lavoro artigiano. Grazie alla collaborazione con Confartigianato, gli artigiani si sono resi disponibili a esporre i propri prodotti nella sale dei musei (ad esempio gli orafi) o, addirittura, a dimostrare l’abilità raggiunta nel proprio campo mostrando al pubblico i procedimenti del proprio mestiere, come tessitori, ceramisti e rilegatori, solo per citarne alcuni. A tutto questo si aggiungeranno le visite guidate gratuite alla scoperta dei palazzi e degli angoli nascosti della città grazie alla collaborazione con il Fai di Udine (parco monumentale dell’ex Banca d’Italia) e con l’associazione Itineraria (viaggio da via Poscolle a piazza Patriarcato) e i “flash mobe” artistici in vari spazi cittadini ad opera degli attori della Nico Pepe e dell’associazione Kaartik.

PER I BAMBINI E LE FAMIGLIE

Formula vincente non si cambia. Divertimento garantito dunque anche quest’anno in piazza XX Settembre, luogo deputato ad accogliere i più piccoli e le loro famiglie con gli apprezzatissimi gonfiabili, spettacoli e animazioni a loro dedicate (dalle 19 alle 23.30). Qui, Confartigianato e Cna Udine offriranno a tutti i presenti il gelato artigianale.

Anche la Ludoteca del Comune in via del Sale catturerà il pubblico con tanti giochi per grandi e piccini dalle 20.30 alle 23.30.

PARCHEGGI GRATUITI

Grazie alla collaborazione con Ssm, chi vorrà arrivare in città e posteggiare la propria auto nei parcheggi in struttura lo potrà fare gratuitamente fino a notte fonda. La formula prevede che dalle 21 all’ 1 di notte sarà garantito l’accesso  gratuito ai parcheggi in struttura con possibilità di ritiro h24 dell’auto. I parcheggi interessati saranno il Magrini, Tribunale, Andreuzzi, Caccia, Moretti e Venerio. Praticamente oltre 2300 stalli in struttura che si affiancano ai circa 4000 blu su strada (disponibili gratuitamente dalle 20) e ai quasi 6000 bianchi.