Uno spazio di 5 mila metri quadrati finora inserito
all’interno dell’impianto sportivo “G. Centazzo”

A San Rocco la prima area
per la sgambatura dei cani

L’area, che nelle prossime settimane sarà attrezzata con panchine e segnaletica,
resterà sempre accessibile e i cani vi potranno correre liberamente

Un’area verde di 5 mila metri quadrati espressamente destinata agli amici a quattro zampe. Tra poche settimane i cittadini udinesi potranno far correre liberamente il proprio cane senza guinzaglio all’interno di un ampio spazio dedicato allo scopo e situato nella zona di San Rocco. La giunta comunale ha dato infatti il via libera alla realizzazione di un’area dedicata alla sgambatura e alla socializzazione dei cani all’interno di uno spazio recintato e finora inserito tra le pertinenze dell’impianto sportivo “G. Centazzo”, in via della Roggia-via Joppi. “Con questa decisione – sottolinea l’assessore alla Qualità della città Lorenzo Croattini – diamo risposta a una forte richiesta da parte dei cittadini udinesi che chiedevano un’area per far correre liberamente i propri cani”. La scelta è ricaduta su uno spazio verde attualmente inutilizzato già recintato e con accesso indipendente sia dall’area sportiva gestita dall’associazione Rangers sia dall’area verde Umberto Saba. Un’area di circa 5 mila metri quadrati che per caratteristiche, con un ampio prato e un boschetto molto ombroso, si presta particolarmente a questa destinazione d’uso. Questa prima area verde cittadina dedicata ai cani sarà ora predisposta per poter essere predisposta allo scopo. Piccoli interventi, ma importanti per garantire un corretto utilizzo dello spazio. All’interno dell’area, che resterà sempre aperta, sarà predisposta infatti una segnaletica utile a gestire i rapporti tra i fruitori. Si procederà inoltre al posizionamento di apposite panchine e alla sostituzione di una parte della recinzione. I cittadini che utilizzeranno questo spazio saranno responsabili dei propri animali e dovranno rispettare le medesime regole stabilite anche per gli altri luoghi pubblici, come ad esempio l’obbligo di raccogliere le deiezioni dell’amico a quattro zampe. Rispetto alle altre aree verdi della città, però, non sarà necessario utilizzare guinzaglio e museruola.